Macarons, sono loro i dolci più fotogenici del mondo

Condividi

Dalla Venezia del XVI secolo alla Francia conventuale in quel di Cormery. La storia dei macarons inizia da lontano e acquista fama grazie ad una donna, Caterina de Medici.

NARDONE

Fu in occasione delle nozze col Duca di Orleans Enrico II, che Caterina decise di commissionare un dolce “celebrativo” a un pasticciere italiano.

Era il 1553, anche se le cronache fanno risalire il dolcetto accompagnato con liquori e marmellate, al 1791.

Da qui nel XX secolo  Pierre Desfontaines della pasticceria francese Ladurée, ne ha rivalutato aspetto e sapore, ideando due dischi di meringa alla mandorla riempiti con uno strato di crema al burro, marmellata o crema ganache.

Pensati anche in versione salata, per il loro colore acceso e variegato, conseguenza dell’uso di coloranti alimentari aggiunti ad un impasto morbido, conquistano da centinaia di anni vista e palato collettivo. Insomma, sono belli da guardare e soprattutto da fotografare!

A decretarli dolci più “fotogenici” del mondo è stata la rivista Quartz. La motivazione pare sia riconducibile al clamore fashion acquisito da questi dolcetti, che costano non poco, sulle pagine di VogueFrench Elle, che ne hanno decretato il successo.

I macarons sono talmente “modaioli” da aver sedotto Instagram oltre che food brand low cost, che hanno cercato di riprodurli con scarso successo.

Eleganti, con un ripieno ricercato e poco comune alla ganache delle più ordinarie torte, i macarons si abbinano ad abiti ed umori, tanto da diventare accessori da tavola “glamour”.

Certo sono un po’ calorici, ma con un tocco di buon senso possono diventare il companatico di una quotidiana pausa caffè, seguendo questa ricetta!

Ingredienti Macarons light:

– 215 g di farina di mandorle – 30 g di farina 00– 350 g di zucchero a velo – 190 g di albumi d’uovo – 90 g di zucchero semolato – Coloranti alimentari

Per il ripieno:
– 250 g di mascarpone – 60 g di zucchero a velo – 250 ml di panna fresca – Una bacca di vaniglia – Marmellata di fragole q.b.Basterà setacciare in una ciotola la farina di mandorle con lo zucchero a velo, aggiungendo la farina 00. Occorerá montare gli albumi a neve con lo zucchero semolato ed un primo passo sarà fatto!Aggiungete le farine all’albume montato a neve, mescolando con un cucchiaio dal basso verso l’alto per non smontare gli albumi. Il composto andrá diviso in due o più ciotole distinte e per aggiungere i coloranti alimentari scelti.

A questo punto bisognerà realizzare dei cerchietti sulla carta forno con una formina e un pennarello alimentare: in questo modo i biscottini potranno apparire tutti uguali. Per semplificare il lavoro, ci si potrà servire di stampi per macarons acquistati preventivamente. Trasferite gli impasti colorati in due tasche e fate delle porzioni a forma di palline sulla teglia: lasciate quindi riposare i macarons per circa un’ora.

Col forno ventilato si potrà procedere alla cottura dei tanto agognati macarons per 12 minuti a 150°.  Mentre i biscotti cuociono, preparate la farcitura con le vostre marmellate preferite.

loading...

Pina Stendardo

Giornalista freelance presso diverse testate, insegue la cultura come meta a cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.