Whirlpool, Nappi (Lega) “Basta lacrime, serve modello americano”

Condividi
“Whirlpool è lo specchio della crisi industriale nel Paese. E’ la certificazione del fallimento di un modello d’impresa ormai al collasso che denunciamo da tempo e che va superato, come sottolineano anche oggi i dati dell’Osservatorio sul precariato dell’Inps, che evidenziano un ulteriore e drammatico calo dell’occupazione. Oggi accade in Campania, ma nessuna altra Regione può sentirsi davvero al sicuro con la crisi economica che stiamo vivendo a causa della pandemia e che mette a repentaglio la tranquillità economica di centinaia di migliaia di famiglie e la tenuta del tessuto industriale e dell’indotto locali. Non è più tempo di lacrime o di assistenzialismo inutile. Serve una misura di vera politica industriale e la nostra proposta è chiara e netta: applichiamo il modello americano del Cares act che prevede il finanziamento a fondo perduto a fronte di un progetto industriale predefinito e concordato.  E affidiamo il rilancio del polo produttivo di via Argine alle imprese campane dell’indotto dell’industria del bianco. Le renderemo più forti sul mercato globali e salveremo il futuro di 1.400 famiglie”. Lo scrive in una nota Severino Nappi, consigliere della Lega alla Regione Campania.
loading...

NARDONE
Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]