Volt sbarca in Campania

Condividi

Il movimento politico paneuropeo presenta i suoi copresidenti a livello Europa e Italia nell’evento presso la Sala Consiliare Nunes, in via Giuseppe Verdi a Napoli, il 22 dicembre a partire dalle ore 17.

Un’onda viola che si espande: Volt, il movimento politico paneuropeo presente in 32 Paesi in Europa, arriva in Campania. Gianluca Guerra, co-presidente Volt Italia, e Francesca Romana D’Antuono, co-presidente Volt Europa, racconteranno le loro idee per il futuro della Regione presso la Sala Consiliare Nunes, in via Giuseppe Verdi a Napoli, il 22 dicembre a partire dalle ore 17.

«Volt rappresenta un gruppo formato da giovani che hanno come interesse solo il rilancio delle nostre terre, per programmare un futuro migliore ai nostri figli. Saremo sempre pronti ad ascoltare le persone, cosa che gli altri partiti hanno dimenticato. Organizzeremo tavoli, eventi e meeting, così che le esigenze vengano tutte ascoltate. Ci faremo poi carico di trasferirle a chi oggi governa», spiega Luigi Scaramuzzini, City Lead Napoli di Volt Italia.

PNRR strumento per un’autonomia progettuale

Durante l’evento aperto a tutti, ci sarà l’occasione di conoscere le idee e aprire un dibattito con i co-presidenti Volt Italia ed Europa, Gianluca Guerra e Francesca Romana D’Antuono, che parleranno, tra le altre cose, delle opportunità che offre il PNRR per una spinta di innovazione e cambiamento:

«Come Volt Italia ci teniamo a fare un gesto anche simbolico partendo dal meridione e partendo proprio da Napoli: vogliamo che sia chiaro che la coesione e la convergenza territoriale saranno punti cardini del nostro programma. Il PNRR ci offre un’opportunità,  ma riusciremo a coglierla solo se saremo gli strumenti giusti ai territori per costruire una autonomia progettuale all’interno di un piano di sviluppo più ampio che sia nazionale ma soprattutto europeo», sottolinea Guerra.

Campania mai più terra di emigrazione

La copresidente di Volt Europa, Francesca Romana D’Antuono, spiega di aver scelto Volt per un senso di responsabilità e per “farsi agente del cambiamento” :

«La nascita di Volt Campania per me è una promessa di felicità: la promessa che il tessuto più sano della nostra Regione sappia mobilitarsi per combattere le disuguaglianze sociali; la promessa che la Campania diventi una terra di immigrazione anziché di emigrazione, che sappia cogliere e creare opportunità, generando ricchezza economica e sociale», dichiara D’Antuono.

Cos’è Volt: Partito paneuropeo e progressista fondato nel 2017 da tre giovani ragazzi: l’italiano Andrea Venzon, la francese Colombe Cahen-Salvador e il tedesco Damian Boeselager, riunitisi in seguito al referendum sulla Brexit e all’affermazione al primo turno delle presidenziali francesi del Front National di Marine Le Pen. Un partito giovane, la cui età media è compresa tra i 33 e i 34 anni, il cui 70% non ha mai fatto politica e che ha come obiettivo quello di riformare l’Europa, puntando alla rinascita economica e alla parità sociale. Info: https://www.voltitalia.org/

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]