Via Aniello Falcone, interventi urgenti per evitare tragedie

Condividi

di Daniela Portella.

Lo schianto di ieri mattina in via Aniello Falcone ha fatto tremare i residenti. A pochi metri di distanza dall’impalcatura che s’è abbattuta sulla strada, c’è un altro elemento di grande timore: una gigantesca gru, abbandonata da dieci anni, che si staglia ai margini della strada e soffre per la mancata manutenzione e le sferzate di anni di pioggia, vento e sole cocente. Presto si schianterà al suolo anche quella in quanto nonostante le richieste dei residenti non vi sono interventi da parte del comune .

La vicenda legata a quella gru affonda le radici nel passato. Laddove c’era una struttura dedicata al tennis, si decise di varare la costruzione di un garage interrate che avrebbe offerto posti auto a un’area che ha fame di parcheggi.
Con il passare degli anni la gru ha iniziato a diventare sempre meno sicura. Pian piano la vegetazione ha cominciato ad avvolgerla e a minarne la stabilità (di recente quella vegetazione è stata rimossa, per fortuna), la mancata manutenzione ha lasciato che la ruggine l’aggredisse in modo massiccio compromettendo, a detta dei residenti, le capacità di resistenza agli eventi climatici più intensi. L’impalcatura è stata montata all’inizio del viale che conduce verso il ristorante Le Arcate, a pochi passi dall’asfalto di via Aniello Falcone. La torre, però, è talmente alta che un eventuale cedimento la farebbe schiantare sulla strada fino a raggiungere la salita del condominio che si trova dalla parte opposta di via Aniello Falcone. Insomma, se quella gru dimenticata da dieci anni dovesse essere abbattuta dal vento, potrebbe causare guai seri.

Proprio per l’azione del vento alcune parti della gru potrebbero staccarsi cadendo rovinosamente a terra, con conseguenze immaginabili. Si auspica intervento immediato da parte delle competenti autorità locali . Intanto il maltempo non concede tregua  alla città. L’allerta meteo è stata prorogata fino a domattina e il sindaco ha mantenuto in vigore l’ordinanza con la quale impone la chiusura delle scuole oltre che di parchi e cimiteri della città. Anche per oggi si prevedono folate di grande intensità su Napoli e la previsione mette particolarmente in allarme gli addetti alla sicurezza: dopo le ore di vento forte di ieri, un’altra giornata con soffi vicini ai cento all’ora potrebbe avere conseguenze allarmanti per questo già così fragile territorio .

Daniela Portella

Avvocato civilista da circa 25 anni , cattolica , due figli, oltre al territorio partenopeo ha lavorato nel nord est in particolare Udine e Trieste ove ha riscosso molto successo tra gli imprenditori e salvando molti imprenditori che erano coinvolti con contratti usurari di banche senza scrupoli . Impegnata anche in politica ha ricoperto la carica di assessore all’ecologia , sport e verde pubblico nel comune di Cardito .Da sempre a fianco delle donne contro ogni forma di violenza sulle donne ha organizzato corsi di autodifesa dedicati alle donne ‘ giù le mani ‘ che hanno riscosso molto successo