Vertenza Jabil Circuit di Marcianise, incontro concluso con un verbale di accordo

Condividi

Sonia Palmeri: “Ora abbiamo una road map precisa. La Regione Campania c’è. Noi non arretreremo di un centimetro.”

 

“Jabil Circuit di Marcianise, appuntamento di ieri lunedì 17 settembre al ministero del lavoro per ridiscutere di un ulteriore spiraglio di ammortizzatori sociali atti a supportare il processo di ricollocazione dei lavoratori.

Insieme alle OO.SS  abbiamo portato avanti una serrata trattativa con il management aziendale, durata circa 4 ore.

L’incontro si è concluso con un verbale di accordo ed ora abbiamo una road map precisa: venerdì 20 settembre in Regione per la procedura amministrativa, un prossimo tavolo al Ministero dello Sviluppo Economico (già richiesto ieri stesso) per affrontare nel dettaglio il piano industriale proposto dall’azienda.

La Regione Campania c’è. Noi non arretreremo di un centimetro.”

Così l’Assessore regionale al Lavoro della Regione Campania Sonia Palmeri.

 

Caro lettore, ilmonito.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

ILMONITO crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] - Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]