Vandalizzata “discarica” messa in sicurezza di Caselle (quartiere Pianura)

Condividi

Marco Nonno (FDI): “mano della camorra e degli avversari politici. Mi assumo responsabilità di quello che dico”.

“Questa mattina accompagnato dal Consigliere di Municipalità Angelo De Falco mi sono recato presso la discarica Caselle, nel quartiere di Pianura, per la quale da ormai quattro anni avevamo avviato il processo di messa in sicurezza, a costo zero per la collettività, attraverso un progetto che ha previsto l’utilizzo di un batterio che ha portato a crescere ben 100 alberi di paulonia, laddove prima vi erano rifiuti e degrado.

Stanotte questo luogo è stato vittima di un vergognoso atto vandalico. Al risveglio abbiamo trovato gli alberi tagliati e spezzati e la targa che descriveva il “progetto Biom” vandalizzata. Eravamo riusciti a far crescere 100 alberi in quella che era la discarica più inquinata della Regione Campania, discarica della camorra che ha compiuto questo atto vandalico insieme agli avversari politici che hanno lasciato scritte staliniste ovunque. Avversari politici che non vogliono che la messa in sicurezza vada in porto. Mi assumo la responsabilità di ciò che sostengo.

Dispiace perché in quattro anni avevamo avviato un lavoro importante, ma di certo non ci fermeremo e non ci faremo intimidire da nessun gesto vile.
Stesso in giornata mi recherò al Commissariato di Polizia per denunciare il tutto”.

E’ quanto dichiara in una nota Marco Nonno, consigliere comunale di Fratelli d’Italia Napoli.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]