Università della Pizza, da Gigino le cose buone non invecchiano mai

Condividi

Napoli, 7 giu. – E’ stato l’inventore negli anni Trenta della pizza a metro. Gigino Dell’Amura nel lontano 1964 aprì una pizzeria nel centro di Vico Equense, a pochi metri dal luogo in cui ancora oggi sorge la location “vintage” inaugurata nel 1968 ed ampliata elegantemente fino ad ospitare 1400 coperti complessivi, con circa 600 posti nella grande sala interna del piano terra.

NARDONE

Luigi, in arte Gigino, rivoluzionò il concetto della pizza per un’esigenza ben precisa: servire nel più breve tempo possibile molti commensali. Così l’antica panetteria della famiglia Dell’Amura si trasformò in un ampio ristorante-pizzeria stile anni Settanta.

Dotata di parcheggio interno, la struttura gestita oggi dalla seconda e terza generazione di pizzaioli della famiglia, accoglie il cliente trasmettendo il vero leitmotiv dell’attività: l’amore per la pizza verace. All’entrata dell’Università della pizza (così denominata per aver fatto scuola nella lavorazione del mezzo metro e più, dotata di molti forni e di un laboratorio en plein air protetto da vetrata in cui tutti possono ammirare la preparazione dell’impasto pizza), in cornice si apprezzano poesie ed odi dedicate alla pizza napoletana che nel tempo ha riscosso grande successo grazie all’inconfondibile sapore dei prodotti freschi e genuini adoperati sugli impasti.

La varietà di gusti pizza, accompagnata da antipasti estrosi ed abbondanti, specialità di carne e pesce oltre che di dolci, fa del locale di Gigino un fiore all’occhiello della penisola sorrentina. Sapori unici che si sposano perfettamente con l’ambiente accogliente e la cordialità dei suoi gestori, fanno sentire il cliente a casa.

In un momento in cui i pizzaioli si sentono “maestri”, Gigino e figli dimostrano che il segreto della pizza è l’artigianalità dell’impasto lavorato come fa mammà. Croccante, leggera, sottile, la pizza di Vico è buona come quella della nonna. Servita in apposite teglie adagiate su carrelli e tagliata dagli addetti ai lavori della struttura, la pizza da mezzo e un metro è una vera goduria per vista e palato!

A prezzi strepitosamente accessibili si gusta la vera margherita nostrana, cedendo alle lusinghe del gusto più innovative, ma impiantate con prodotti freschi della buona terra, da mangiare e rimangiare!

loading...

Pina Stendardo

Giornalista freelance presso diverse testate, insegue la cultura come meta a cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.