Un tanguero a Miss Italia a Scampia. Sasy Barretta: “Bella la solidarietà tra le ragazze”

Condividi

 Per la prima volta nella storia della corona della reginetta d’Italia, con l’organizzazione di Antonio Contaldo e la conduzione di Erennio De Vita, si è tenuta una delle tappe del concorso nella Stazione ferroviaria dell’EAV di Piscinola-Scampia.

A far parte della prestigiosa giuria, oltre a una cospicua presenza della ottava Municipalità di Napoli tra cui il presidente Nardella, anche il presidente dell’EAV Umberto De Gregorio ed il direttore EAV Luca Brancaccio.
Numerosi anche i giornalisti e personaggi rappresentativi del mondo del lavoro, delle arti, dello sport e delle professioni: Diego Paura del quotidiano Roma; Rosa Criscuolo direttore editoriale de Il Monito; Marco Maddaloni, campione pluripremiato di Judo; Indra Marino, modella; Sasy Barretta, ballerino e coreografo.
Proprio Sasy Barretta, lunga esperienza nel ballo professionistico a livello internazionale, a margine della kermesse ha commentato: “Da ballerino professionista e coreografo ho dato un giudizio alle partecipanti sulla base delle loro caratteristiche artistiche – ha affermato -, atteggiamento, portamento e presenza scenica. Come in ogni concorso o competizione sportiva, la parte più svelata è il dietro le quinte, dove ho avuto modo di constatare la grande preparazione di questo evento artistico e culturale e la solidarietà che le ragazze mostravano sostenendosi e aiutandosi vicendevolmente. Voglio, inoltre, ringraziare – ha concluso Barretta – la consigliera della Municipalità, Maria Rosaria Marino per avermi coinvolto e fare i miei complimenti a Zeudi Di Palma che è cresciuta tantissimo artisticamente in questo anno di esperienza da Miss Italia”.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]