Turismo, sviluppo e rapporti commerciali: parte il Gemellaggio tra la Città Metropolitana di Napoli e Cancún

Condividi

Prende il via il gemellaggio tra la Città Metropolitana di Napoli e la Città messicana di Cancún: scambio di lettere tra i rappresentanti dei due Enti per sancire l’avvio di rapporti di cooperazione privilegiati tra le due realtà che, nonostante i 9.300 km di distanza, presentano numerosi punti di contatto. La Sindaca della regione caraibica Mara Lezama e il Vice Sindaco partenopeo Marrazzo: “Un accordo importante che ci permetterà di condividere esperienze, conoscenze e scambi di collaborazione in materia di istruzione, cultura, sicurezza, tecnologia e turismo”. Una delegazione partenopea in Messico non appena la pandemia lo consentirà.

NARDONE

Prende forma il gemellaggio tra la Città Metropolitana di Napoli e la Città di Cancún. Il Vice Sindaco della Città Metropolitana partenopea, Domenico Marrazzo, ha ricevuto, infatti, dalle mani del Console Onorario d’Italia a Cancún, Filippo Strano, la lettera con cui Mara Lezama Espinosa, la Sindaca del Municipio di Benito Juarez, la regione di cui Cancún è capoluogo, conferma la sua volontà di instaurare rapporti di amicizia e cooperazione internazionale privilegiati con l’Ente guidato dal Sindaco metropolitano, Luigi de Magistris.

“Consideriamo con grande interesse – afferma Mara Lezama nella sua missiva – la possibilità di realizzare un accordo di gemellaggio con la Città Metropolitana di Napoli, che ci permetterà di condividere esperienze, conoscenze e scambi di collaborazione in materia di istruzione, cultura, sicurezza, tecnologia e turismo”.

In effetti sono già molti gli imprenditori e gli operatori economici e culturali napoletani e meridionali in generale – incontrati dal Vice Sindaco Marrazzo e dal Console Strano, insieme con Massimiliano Gambini, Direttore estero Confesercenti per l’internazionalizzazione, e altri esperti in materia di contabilità e finanza – che hanno manifestato forte attenzione a questo programma, che vedrà investimenti finalizzati allo sviluppo su entrambi i territori.

“Pur essendo piuttosto simili sotto il profilo sociale ed economico, nonostante i 9.300 km che le separano – ha sottolineato Marrazzo – tra la realtà partenopea e quella del Caribe messicano non sono stati finora esperiti approcci di cooperazione tali da avvantaggiare reciprocamente il tessuto socio-economico di entrambe. L’opinione comune è, dunque, quella che il nascente rapporto di gemellaggio possa consentire l’esplorazione in profondità di nuove frontiere commerciali, industriali, turistiche e culturali, sotto l’egida delle Istituzioni competenti, nel nostro caso della Città Metropolitana e del Consolato”.

Pur non avendo una storia molto antica – contrariamente alle altre città della Riviera Maya, della cui civiltà conserva comunque molte testimonianze – Cancún, con le sue meravigliose spiagge caraibiche, in pochi decenni è diventata la più rinomata località turistica messicana. Anzi, la sua sofisticata infrastruttura urbana, l’offerta di servizi turistici di alta qualità e la varietà delle sue attrazioni hanno fatto di Cancún la prima meta turistica dei Caraibi, visitata ogni anno da oltre 3 milioni di persone. Cancún è, inoltre, il punto di comunicazione con le zone archeologiche della regione, sia del Quintana Roo che del vicino Yucatán. Il suo importantissimo aeroporto internazionale serve, infatti, tutta la Riviera Maya. Dei suoi 750mila abitanti, numerosi sono i giovani, molti dei quali figli di italiani.

Non appena le condizioni sanitarie relative alla pandemia lo consentiranno, una delegazione della Città Metropolitana di Napoli, guidata dal Vice Sindaco Marrazzo, insieme con i rappresentanti degli imprenditori e delle altre associazioni di categoria, raggiungeranno la città messicana per siglare formalmente questo importante gemellaggio e i relativi protocolli d’intesa.

loading...

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]