Trucchetti per scegliere il migliore pokè a dieta! Nutriamoci insieme di Rossella Sorbino

Condividi

Trucchetti per scegliere il migliore pokè a dieta!
Il pokè un piatto hawaiano esistente già dal 1800 nato come usanza dei pescatori del posto che erano soliti a mangiare pesce crudo tagliato a pezzetti (pokè in hawaiano significa “tagliare a pezzi”) e condito con le poche cose che avevano a disposizione come sale marino e salsa di soia. Solo negli ultimi anni è stato importato in Europa ed è diventato un nuovo food trend soprattutto per gli amanti dell’healthy food. Ma sarà veramente healthy questo piatto?
Generalmente il pokè è un piatto completo e sano però a volte si rischia con un abuso di condimenti, salse e quantità sproporzionate di farlo diventare un piatto supercalorico. Ecco a voi una serie di piccoli trucchetti per ordinare il pokè perfetto anche quando si è a dieta:
1) Bisogna prediligere il riso integrale, venere, quinoa, couscous o farro al posto del riso sushi che invece è ricco di sale e zucchero
2) Scegliere una sola fonte di proteine animali come salmone o tonno
3) Evitare alimenti fritti e in tempura
4) Evitare le sale in quanto ricche anch’esse di sale e zuccheri
5) Via libera alle verdure soprattutto per il loro potere saziante
6) Fare attenzione alle quantità

NARDONE

Rossella Sorbino

Dott.ssa in biologia della nutrizione Instagram: nutriamoci_ Facebook: Dott.ssa Rossella Sorbino email: [email protected]