Trianon Viviani, Marisa Laurito cerca giovani talenti della canzone napoletana

Condividi

Marisa Laurito cerca al Trianon Vivianii cantanti della nuova scena partenopea.

NARDONE

Nominata alla direzione del teatro della Canzone napoletana, la popolare artista chiama all’appello «i giovani che abbiano talento, una bella voce e la voglia di formarsi e perfezionarsi nell’arte del canto, che appartiene alla grande tradizione di Napoli», le “forze nuove” da inserire successivamente nelle attività produttive del Trianon Viviani.

A settembre il via alle audizioni, nel rispetto delle normative sanitarie di contenimento del covid-19. I candidati che supereranno questa prima selezione parteciperanno a uno speciale talent live che si terrà, da novembre, tutti i martedì, sul palco di Forcella.

Con il possesso del talento e della bella voce, per partecipare ai provini è richiesto:

¯ l’invio di una traccia audio in formato mp3 e/o di un paio di links di una performance canora;

¯ due foto a colori, di cui una a figura intera;

¯ il curriculum vitæ aggiornato con tutti i dati anagrafici: nome e cognome, data di nascita, nazionalità, indirizzo di residenza e di domicilio (se diverso), recapiti di telefono e di posta elettronica.

Il curriculum deve riportare la dichiarazione, firmata dal candidato, «Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del Gdpr (Regolamento UE 2016/679) e del Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”».

La domanda di partecipazione deve essere inviata all’indirizzo [email protected] entro il 13 settembre prossimo.

La direzione artistica del teatro precisa che, prima della convocazione delle audizioni, sarà effettuata una preselezione sulla base dei materiali proposti dai candidati e che la documentazione presentata non verrà restituita.

Per informazioni: tel. 081 2258285, email [email protected].

loading...

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]