Trasporti, Beneduce-Russo (Fi): “Prestito BEI? Prova mancata rivoluzione”

Condividi
“Per cinque lunghi anni il presidente De Luca ha raccontato, con la verve che gli è propria, una rivoluzione dei servizi di trasporto pubblico locale che oggi, con il maxiprestito della Banca europea degli investimenti (Bei) per l’acquisto di nuovi treni della Circum, scopriamo non essere mai partita”. Lo dichiarano i consiglieri di Forza Italia Flora Beneduce ed Ermanno Russo.
“I nostri concittadini sono costretti con frequenza quasi quotidiana a percorre a piedi i binari della Circumvesuviana a causa di guasti ai treni ed altri disservizi di questo tipo. Dopo cinque anni, il Governatore si ricorda soltanto ora dei disagi e corre ai ripari”, rincarano gli esponenti azzurri.
“Manca il servizio di trasporto pubblico in Campania nella quotidianità. Gli utenti guardano alle difficoltà di oggi, l’investimento va bene ma andava programmato prima e scisso dalla gestione giornaliera che agli occhi dei viaggiatori appare semplicemente terrificante”, concludono Beneduce e Russo.

Caro lettore, ilmonito.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

ILMONITO crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] - Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]