Torre Annunziata, convegno sulla sanità regionale promosso da La paranza delle idee

Condividi

“Curare la Campania – Medicina territoriale, rete ospedaliera, specialistica ambulatoriale: i nodi della sanità regionale, le scelte politiche” è il titolo del convegno che si terrà martedì 17 maggio alle ore 18:00 presso il Liceo dell’Arte e della Comunicazione “Giorgio de Chirico” di Torre Annunziata.

L’evento, organizzato dall’Associazione politico culturale “La paranza delle idee”, sarà introdotto dal Presidente del sodalizio oplontino Claudio Bergamasco e vedrà intervenire Mario Trerè, del Sindacato Unico di Medicina Ambulatoriale Italiana, Lorenzo Medici, Segretario regionale della CISL Funzione Pubblica, Annarita Patriarca, capogruppo in Consiglio regionale di Forza Italia, Valeria Ciarambino, Vicepresidente del Consiglio regionale e capogruppo del Movimento 5 Stelle, Mario Casillo, capogruppo in Consiglio regionale del Partito Democratico. Il dibattito sarà moderato dalla giornalista Roberta Miele; porterà i suoi saluti il Preside del “de Chirico” Felicio Izzo.

«L’iniziativa – spiega l’Associazione – mettendo a confronto esponenti delle professioni sanitarie, del sindacato del settore pubblico e della politica regionale, punta ad accendere i riflettori, tra critiche e proposte di riforma, su tre grandi questioni che interessano la sanità campana: il potenziamento e la riorganizzazione della rete ospedaliera (hanno fatto il giro il mondo le immagini delle barelle in fila nel Pronto Soccorso di un sovraccarico Cardarelli, qualche giorno fa), con un’attenzione particolare al futuro del presidio di Boscotrecase; gli investimenti per il rafforzamento della medicina territoriale previsti nell’ambito del PNRR, con 915 milioni di euro destinati alla sola Campania; le lunghissime liste d’attesa per gli esami diagnostici (e non solo) nel pubblico e i ‘tetti di spesa’ per tali prestazioni nel privato, che in questo inizio d‘anno hanno visto i centri accreditati esaurire il loro budget di prestazioni gratuite a ogni 10 del mese, con gravi disagi per l’utenza».

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]