‘Ti aspettavamo Natale’, oltre la disabilità con un messaggio di speranza

Condividi

Afragola, 24 dic. – Creative, poetiche, realizzate per augurare buone feste con amore e pazienza in un periodo abbastanza silente.

Sono le canzoni e le coreografie presentate dai ragazzi disabili del Centro polifunzionale di Afragola, in un breve spettacolo messo in scena per portare un po’ di allegria e desiderio di speranza alle proprie famiglie.

D12D9946 3C6A 4700 AAF8 168397EA958F

Come ogni anno il team di operatori del Centro polifunzionale di Afragola investe sulla propositivitá, necessaria soprattutto in un momento pandemico in cui fare attività con i disabili rappresenta il vero messaggio di resistenza.

La dottoressa Sofia Flauto, alla guida del Centro ribadisce: “In questo periodo particolare dove l’attesa del Natale non è tanto sentita, si è pensato di impegnare i ragazzi nella realizzazione di canzoni e scenografie natalizie, per poter risvegliare la gioia, l’entusiasmo e l’emozione che il Natale ha sempre portato”.

Attraverso un laboratorio di musica e danza guidato dal coreografo Alessandro Pannone e dallo scenografo Fabio Esposito, ed un laboratorio ludico-creativo per il confezionamento di addobbi e lavoretti natalizi, i giovani del Centro polifunzionale di Afragola sono andati oltre la difficoltà della disabilità per mostrare che con tenacia e forza di volontà è possibile costruire istanti di bellezza in contingenze non sempre favorevoli.

Ancora una volta é l’amore a far realizzare un piccolo miracolo per ragazzi e famiglie; quello degli operatori Alessandro, Lucia, Annamaria, Linda, Giusy, Fabio ed Any, che ogni giorno di questa pandemia sono stati vicini ai loro assistiti.

EE4F78F3 E37F 4818 88A2 004BF2AEFDA8

Pina Stendardo

Giornalista freelance presso diverse testate, insegue la cultura come meta a cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.