The WItcher 2: una seconda stagione più epica e appassionante

Condividi
Gabriele Laurino
Gabriele Laurino

The Witcher, serie TV fantasy tratta dai romanzi di Andrzej Sapkowski, aveva già stupito con la sua prima stagione, un’opera comunque acerba e con diversi margini di miglioramento. La seconda stagione, approdata su Netflix lo scorso 20 dicembre, colma molte delle lacune dell’edizione precedente, confezionando un’avventura epica e divertente.

The Witcher Stagione 2 vi piacerà molto più della prima stagione perché è anzitutto un racconto più lineare e meno intricato dei precedenti 8 episodi. Inoltre sviluppa in maniera più dignitosa tutti i personaggi principali, che nella Season 1 non avevano ricevuto un trattamento egualitario. Protagonista assoluta è la principessa Ciri (Freya Allan), finalmente più centrale nel racconto.

The Witcher 2 mette in campo, soprattutto, una regia molto migliore e un parco di effetti speciali di gran lunga superiori a The Witcher 1, raggiungendo in alcuni momenti un livello di dettaglio degno delle migliori produzioni cinematografiche e televisive. Siamo ancora lontani dalle meraviglie di Game of Thrones, ma la strada intrapresa dalla serie fantasy di Netflix è indubbiamente quella giusta e i fan possono dormire sogni tranquilli per il futuro.

Foto fonte internet

Gabriele Laurino

Mi chiamo Gabriele e sono da sempre appassionato di cultura pop. Cinema, televisione, fumetti e videogiochi sono il mio pane quotidiano, un amore che ho trasformato in un lavoro a tempo pieno. Mi occupo di critica cinematografica e videoludica, oltre che di informazione riguardante il mondo dello spettacolo, e sono sempre alla ricerca di nuovi stimoli per arricchire il mio bagaglio culturale.