The Eternals, il nuovo blockbuster della Marvel non è come gli altri film

Condividi
Gabriele Laurino
Gabriele Laurino

Il 3 novembre arriva al cinema il prossimo blockbuster prodotto dai Marvel Studios: The Eternals, diretto dalla regista premio oscar Chloe Zhao (Nomadland). Un film diverso e particolare per gli standard creativi delle pellicole Marvel, che tuttavia non rinuncia ad un approccio squisitamente pop pur raccontando tematiche mature.

NARDONE

Gli Eterni sono un gruppo di semidivinità inviate sulla Terra dai Celestiali (entità superiori nate agli albori dell’universo) per adempiere ad una specifica missione: combattere i Devianti, fameliche e micidiali creature cosmiche, senza interferire con le faccende mortali. Per Settemila anni Ikaris, Sersi e i loro compagni si sono nascosti all’umanità, vegliando sul pianeta e sconfiggendo le creature. Quando però i Devianti compaiono nuovamente, più forti e determinati di prima, il gruppo dovrà riunirsi per scongiurare la fine del mondo.

The Eternals è un film con diverse chiavi di lettura. Non mancano, nel racconto ben diretto da Chloe Zhao, momenti più leggeri e divertenti, confezionati per un pubblico più giovane. Rispetto ai precedenti blocbuster del Marvel Cinematic Universe, tuttavia, The Eternals si dimostra più sperimentale e adulto: nelle vicende di Ikaris (Richard Madden, il Robb Stark de Il Trono di Spade) trovano spazio argomenti d’attualità come ecologismo, esistenzialismo e amore verso il prossimo, declinati in un kolossal d’intrattenimento pensato sia per i fan dei fumetti sia per un audience più generalista.

Non il solito film Marvel, e forse per questo molti spettatori potrebbero non capire o apprezzare la pellicola della regista Premio Oscar. Ma, senz’ombra di dubbio, uno dei più coraggiosi e maturi dei Marvel Studios.

Gabriele Laurino

Mi chiamo Gabriele e sono da sempre appassionato di cultura pop. Cinema, televisione, fumetti e videogiochi sono il mio pane quotidiano, un amore che ho trasformato in un lavoro a tempo pieno. Mi occupo di critica cinematografica e videoludica, oltre che di informazione riguardante il mondo dello spettacolo, e sono sempre alla ricerca di nuovi stimoli per arricchire il mio bagaglio culturale.