Terra dei fuochi: secondo action day del 2021. Intensificate le attività di controllo sul territorio

Condividi

Contro roghi e smaltimento illecito dei rifiuti un’operazione interforze a settimana fino ad aprile

Proseguono anche nel 2021 le operazioni straordinarie interforze nella Terra dei Fuochi. Ieri, il secondo action day dall’inizio dell’anno, coordinato dalla prefettura di Napoli con la prefettura di Caserta, le relative questure e le altre Forze di Polizia delle province. Un action day alla settimana verrà svolto sino a fine aprile.

NARDONE

In particolare, nei comuni di Palma Campania (Na) e Cancello Arnone (Ca) sono entrati in azione 24 equipaggi, per un totale di 63 unità interforze. Al termine delle verifiche sono state 7 le attività imprenditoriali e commerciali controllate, di cui 4 sequestrate, identificate 55 persone, di cui 4 denunciate, e 22 sanzionate. Controllate anche 70 tra auto e autocarri, di cui 62 i mezzi sequestrati.

L’intera operazione ha fatto registrare il sequestro di circa 48.410 mq di aree, 1.000 tonnellate di rifiuti speciali non pericolosi e centinaia di pneumatici fuori uso e la comminazione di sanzioni per un valore di oltre 22mila euro.

Nell’arco della stessa giornata, i finanzieri della Compagnia di Ottaviano, insieme al personale del reparto operativo aeronavale di Napoli e al personale ARPA Campania, hanno effettuato un intervento presso un’area adibita a attività di vendita e noleggio di veicoli a San Gennaro Vesuviano (NA). Al termine dell’operazione è stata sequestrata un’area di 20.000 metri cubi, circa 1000 tonnellate di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi, autocarri, barche e centinaia di pneumatici e motori fuori uso.

Il titolare della ditta è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Nola per le ipotesi di reato di abbandono e deposito incontrollati di rifiuti sul suolo, attività di gestione di rifiuti non autorizzata e da ultimo sfruttamento dell’immigrazione clandestina, ex art.12 d.lgs 286/1998.

loading...

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]