Terra dei fuochi: il ministro Costa e il sottosegretario Sibilia a Napoli

Condividi

In prefettura il punto sui controlli a seguito dell’applicazione del nuovo modello operativo

Un aggiornamento sulle attività di contrasto al fenomeno dei roghi di rifiuti  nella “Terra dei Fuochi”  si è tenuto questa mattina presso il palazzo del governo di Napoli con una riunione tecnica di coordinamento interforze presieduta dai prefetti di Napoli, Marco Valentini, e Caserta, Raffaele Ruberto.

NARDONE

La riunione si è svolta alla presenza del ministro dell’Ambiente Sergio Costa e del sottosegretario all’Interno Carlo Sibilia. Hanno partecipato, altresì, il direttore centrale per l’Emergenza del Dipartimento dei Vigili del Fuoco, Soccorso Pubblico e Difesa Civile insieme al direttore regionale e ai comandanti provinciali di Napoli e Caserta, i rappresentanti del comando delle Forze Operative Sud e l’incaricato del ministro dell’Interno per il contrasto dei roghi di rifiuti nella regione Campania.

Le attività di controllo del territorio nel periodo giugno/agosto 2020, a seguito dell’applicazione di un nuovo modello operativo, prevedono sia servizi svolti in autonomia dalle Forze di polizia che mirati Action Day coordinati dall’Incaricato.

Buoni i risultati raggiunti, che possono costituire una  best practice, utilmente esportabile in altre regioni  in cui il fenomeno è presente.

Sono state compiute mirate attività di indagine sui settori merceologici, per prevenire il fenomeno, che hanno consentito la ricostruzione dell’intera filiera fin dall’acquisto delle materie prime, che costituiscono i maggiori accumuli di sversamento illecito, come i prodotti del tessile, i pellami e i rifiuti edili.

Il ministro Costa ha evidenziato la necessità di una mirata azione sulla gestione del ciclo dei rifiuti. Il ministero dell’Ambiente ha destinato in ragione di ciò cospicui fondi e telecamere ai Comuni di Caivano e Giugliano per progetti compresi in uno specifico accordo di programma siglato lo scorso agosto. Tali progettualità potranno essere estese ad altri Comuni.

Al termine dell’incontro il ministro Costa, accompagnato dal prefetto di Napoli e dall’incaricato del ministro dell’Interno per il contrasto dei roghi di rifiuti si è recato a Giugliano per presenziare all’avvio del piano straordinario di rimozione degli accumuli da cui scaturiscono i roghi.

loading...

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]