Terra dei fuochi, Ferrillo: solidarietà umana a De Luca ma protesta sacrosanta

Condividi

“Sui fatti di stamattina ad Aversa, anche se condivido la protesta contro la politica fallimentare attuata dal governatore Vincenzo De Luca, prendo le distanze dal comitato “Stop Biocidio” di Vincenzo Tosti Raniero Madonna e altri, condannandone il gesto perché anche loro sono funzionali a questo sistema emergenziale e di crisi continua, difatti, sia loro che De Luca sono contro gli impianti e pertanto tutti responsabili del disastro in cui da anni viviamo. La camorra, la mala politica e le istituzioni corrotte non vogliono gli impianti moderni poiché ci sono grossi interessi da spartire e noi continuiamo a pagare le tasse più care d’Italia pur avendo i servizi peggiori. Dunque, la verità non è né quella raccontata da De Luca, né quella di finti comitati. La verità è che bisogna fare la riforma dell’intero settore dei rifiuti e nessuno ha il coraggio di smantellare l’attuale gestione, perché è tutto un “magna magna” (ndr grande affare), per politicanti corrotti, per le aziende che speculano e per i loro comitati di pressione.”
Così, Angelo Ferrillo presidente dell’Associazione “La Terra dei Fuochi”, in una nota diffusa sulla pagina dell’associazione “La Terra dei Fuochi”

Caro lettore, ilmonito.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

ILMONITO crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] - Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]