Telese Terme, il sindaco: “Tante cose realizzate, la città riparte”

Condividi

“Il capo dell’opposizione Nicola Di Santo riesce sempre a strapparmi un sorriso anche nelle giornate più calde e impegnative, grazie a una sua innata ilarità, come nel caso delle sue recenti dichiarazioni dalle quali si evince quasi un distacco dalla realtà delle cose”.

Così Giovanni Caporaso, sindaco di Telese Terme, parlando delle cose fatte in città e dei progetti in itinere: “Partiamo dai giochi per i più piccini. Sono stati già posizionati i nuovi davanti alla scuola elementare, in piazza Salvo D’Acquisto e nel parco Jacobelli. A breve verranno messi anche in piazza Padre Pio, in piazzetta Madre Teresa di Calcutta e in tutta la zona Scafa. Come per le aree attrezzate per i bambini la nostra amministrazione si è impegnata a sistemare e curare il verde pubblico in città – continua il sindaco – con interventi sulla pista ciclabile, viale Minieri, Piazza Padre Pio, sul lago e nel parco Jacobelli. Anche grazie alla partecipazione e alla sensibilità di imprenditori e commercianti sono state adottate le aiuole e posizionati tanti vasi con i fiori. I campi da tennis sono in fase di ultimazione. I lavori erano fermi da anni per problemi burocratici risolti solo dalla nostra amministrazione e presto ci sarà l’affidamento del complesso. Proseguono spediti i lavori del campo sportivo. Dopo più di 10 anni, per la prima volta, i marciapiedi di viale Minieri non sono cosparsi di resina, grazie ai trattamenti programmati nei mesi precedenti. La piscina Goccioloni è sempre piena nei 3 turni e nel rispetto delle misure anti-covid. A giorni verrà aperta anche la piscina Pera – l’elencazione del primo cittadino va avanti -. Siamo in attesa, come tutti i telesini, dell’arrivo della locomotiva storica. Voi pensate sia facile ottenere e poi spostare un bene del patrimonio ferroviario italiano? Ricordo che dopo l’individuazione, nei mesi scorsi, di un locomotore la fondazione FS italiane fu costretta a individuarne uno diverso per problemi burocratici. Ho ricevuto qualche giorno fa la rassicurazione dall’ing. Cantamessa, presidente della fondazione, che stanno eseguendo i lavori di bonifica (amianto) sulla locomotiva destinata a Telese. Abbiamo pazienza e sappiamo aspettare e soprattutto sappiamo essere grati a chi ci ha dato questa opportunità. La città sta subendo tante trasformazioni, sono aperti tanti cantieri, è il segno dei tempi e della voglia di riprendere la normalità dopo due anni di stop. Anche la programmazione estiva è quasi pronta, all’insegna della qualità per richiamare anche un turismo di qualità. Noi, come al solito, ce la stiamo mettendo tutta, con piena sinergia e collaborazione di tutti i componenti dell’amministrazione, con la Pro Loco e con le altre associazioni sul territorio. Ringrazio, dunque, Nicola Di Santo per avermi dato la possibilità di dare un aggiornamento su quanto stiamo facendo – conclude Caporaso – e gli chiedo di venirci a trovare a Telese appena potrà, perché qui si sta benissimo”.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]