Telese Terme, controlli straordinari: un denunciato e un foglio di via per reati predatori

Condividi

Proseguono incessantemente i controlli straordinari del territorio nella provincia beneventana, come voluto e predisposto dal Questore Luigi Bonagura, per offrire sempre maggiore sicurezza ai cittadini.

Da giorni gli uomini della Polizia di Stato del Reparto Prevenzione Crimine Campania, in collaborazione con gli Agenti delle “Volanti”, del Commissariato di Telese Terme, della Divisione Anticrimine, della Squadra Mobile e della Divisione Amministrativa e Sociale, setacciano il territorio per dare una risposta ancor più incisiva nella prevenzione di ogni forma di illegalità, con particolare riguardo ai reati predatori, alla criminalità diffusa e allo spaccio di sostanze stupefacenti.

In particolare l’attenzione si è concentrata sul territorio di Telese Terme dove, oltre ai controlli tradizionali che hanno già portato ottimi risultati: 123 persone identificate (di cui 14 con precedenti penali), 69 veicoli controllati, oltre a svariati esercizi pubblici ispezionati, gli Agenti impegnati nei servizi straordinari di controllo si sono avvalsi anche del sistema “Mercurio” – un sofisticato supporto informatico che garantisce interrogazioni e riscontri immediati e incrociati alle Banche Dati.

Nell’ambito di tali operazioni, personale della Squadra Volante del Commissariato di P.S. di Telese Terme, diretto dal Vice Questore Salzano, individuava e identificava due soggetti a bordo di un furgone con targa straniera in prossimità di una attività commerciale. L’atteggiamento nervoso e irrequieto mostrato dai due alla vista degli Agenti, attirava l’attenzione degli operatori che, immediatamente, decidevano di procedere ad un controllo. Gli occupanti del mezzo, due cittadini stranieri di origini rumene, non fornivano valide giustificazioni circa la loro presenza. All’interno del furgone venivano rinvenuti martelli, cacciaviti, forbici pinze e guanti e per tale motivo il proprietario del veicolo, già gravato da precedenti penali, veniva deferito alla competente A.G. per il possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso.

A suo carico, altresì, veniva redatta ex art. 2 del decreto legislativo n. 159 del 6 settembre 2011, una proposta di foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno dal comune di Telese Terme ritenendolo abitualmente dedito a commettere reati e pericoloso per la sicurezza pubblica.

Caro lettore, ilmonito.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

ILMONITO crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] - Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]