Taglio fondi al San Carlo, Nappi (Lega): in Campania anche gli aiuti alla cultura dettati dalla geografia deluchiana

Condividi

“Ormai, in Campania, anche il sostegno economico alla cultura è dettato dalle scelte Salerno-centriche di De Luca. Mentre, rispetto allo scorso anno, sono ridimensionati della metà i fondi destinati al Teatro San Carlo, non si toccano quelli del Verdi di Salerno. E la sovvenzione di due milioni di euro per il Massimo napoletano, il lirico più antico d’Europa, è la stessa prevista per Luci d’Artista 2022. Tutto ciò evidenzia che ancora una volta la Regione destina i contributi in base a scelte squisitamente “geografiche”, piuttosto che tener conto del singolo e reale fabbisogno degli enti”.

Lo afferma Severino Nappi, consigliere regionale della Lega e componente della Commissione Istruzione e Cultura del Consiglio regionale della Campania.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]