Sud, Nappi: “Caro Conte, basta promesse!”

Condividi

 

NARDONE

“L’annuncio di Conte di destinare il 34% di spesa pubblica al sud è l’ennesima, vuota, promessa di un governo incapace di tradurre in fatti concreti non solo i buoni propositi, ma persino le norme esistenti”. E’ quanto dichiara in una nota Severino Nappi, Il Nostro Posto. “ Il Sud è stretto tra inutili rigidità e assenza di politiche industriali. I numeri dicono che oggi oltre la metà dei giovani del Mezzogiorno non lavora. Che chi perde lavoro non ha speranza di trovarlo. Che esiste una drammatica gara al ribasso nelle tutele e nei diritti. E non è certo il reddito di cittadinanza, definitivamente fallito, la strada giusta per uscire da questa spirale di sottosviluppo per la quale finora le uniche risposte arrivate dal Governo sono state di slogan e promesse. Serve una nuova classe dirigente – incalza Nappi- capace di mettere da parte politiche clientelari e che sia in possesso delle competenze necessarie al buon governo del territorio. Solo così il Sud potrà rinascere”.

Caro lettore, ilmonito.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

ILMONITO crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] - Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]