Stazione unica appaltante per 5 comuni Area Metropolitana di Napoli, c’è anche Ottaviano

Condividi

Napoli, 22 giu. – Nella mattinata di ieri, presso il Palazzo del Governo, il Prefetto di Napoli, Carmela Pagano, il Provveditore Interregionale alle Opere Pubbliche per la Campania, Molise, Puglia e la Basilicata, Roberto Daniele, i Sindaci dei Comuni di Boscoreale, Caivano, Giugliano in Campania, Ottaviano, e il Rappresentante della Commissione Straordinaria del Comune di Marano di Napoli hanno sottoscritto il nuovo protocollo d’intesa per il conferimento delle funzioni di Stazione Unica Appaltante – Centrale Unica di Committenza alla luce dell’innovata normativa in materia di contratti pubblici. Con tale documento, il Provveditorato assume, relativamente ai Comuni aderenti, il ruolo di Stazione Unica Appaltante – Centrale Unica di Committenza curando l’intera fase della procedura di gara. In particolare, sono oggetto della convenzione gli appalti di lavori pubblici di importo pari o superiore ad 150mila euro e di forniture e servizi di importo pari o superiore a 40mila euro. Con la convenzione, che ha durata triennale, sarà possibile rendere più rapide le procedure per l’espletamento delle gare d’appalto negli Enti aderenti, assicurando al tempo stesso la trasparenza, la regolarità e l’economicità della gestione dei contratti pubblici ed il contrasto ai tentativi di condizionamento da parte dei sodalizi criminali nei confronti degli enti locali. Lo strumento convenzionale è aperto all’adesione, in ambito provinciale, alla sottoscrizione di altri Enti che successivamente ne faranno richiesta.

NARDONE
loading...

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]