Stato dell’Unione, Mario Draghi al Parlamento Europeo Patriciello: “Parole di grande visione, ora rivedere i trattati”

Condividi

STRASBURGO, 3 MAGGIO 2022 Come parlamentare europeo e prima ancora come cittadino italiano ho ascoltato con molta attenzione le parole che il Presidente Draghi ha pronunciato oggi a Strasburgo, nel corso della seduta plenaria. Parole efficaci e a mio avviso di grande buon senso che sono il segno di una visione chiara e di un europeismo ben saldo”.

Così Aldo Patriciello, europarlamentare e membro del PPE, ha commentato il discorso del Presidente del Consiglio, Mario Draghi, intervenuto oggi a Strasburgo per discutere dello stato dell’Unione e il suo futuro con gli eurodeputati nel corso del dibattito “Questa è l’Europa”.

“La pandemia prima e la guerra in Ucraina poi – ha dichiarato Patriciello –  hanno messo a dura prova l’Unione Europea nel suo insieme. È dovere di tutti interrogarsi su come rendere più efficaci le nostre democrazie, senza aver paura di cambiare i trattati, se necessario. 

Bene ha fatto Draghi, quindi, a ricordare come ci sia bisogno di un’Europa forte, determinata e soprattutto unita. Ma soprattutto – ha concluso l’eurodeputato azzurro –  a riaffermare che è l’integrazione europea l’alleato migliore che abbiamo per affrontare le sfide che la storia ci pone davanti”.

 

 

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]