Stati Generali dell’Infanzia e dell’Adolescenza, a Napoli da tutt’Italia per parlare di minori e del loro futuro

Condividi

Una convention di due giorni con tutti i Garanti per l’Infanzia d’Italia per affrontare le questioni sociali ancora aperte sul tema dei minori. Contrasto alla povertà educativa, alla violenza, abusi e maltrattamenti, giustizia minorile, affido, adozioni e strutture di accoglienza, salute e benessere sociale sono quotidianamente sul tavolo di chi lavora per il futuro dei più piccoli.

A 30 anni dalla Convenzione Onu di New York del 1989 sui Diritti del Fanciullo, ratificata in Italia con Legge n. 176 del 27 maggio 1991 e da altri  196 Paesi al mondo – ad eccezione degli Stati Uniti-, il Garante per l’infanzia e l’adolescenza della regione Campania ha voluto organizzare una due giorni di riflessione e confronto e sul futuro delle politiche per i minori.

 Gli Stati Generali dell’Infanzia e dell’Adolescenza si terranno il 14 e 15 novembre nella sede del consiglio regionale della Campania, presso la sala “Caduti di Nassirya” (il 14) e presso l’aula consiliare “Giancarlo Siani” (il 15).

Partendo proprio dalla Convenzione Onu, si lavorerà a tavoli tematici e tecnici per analizzare la situazione attuale e pensare a possibili scenari futuri.

«Ogni bambino gode ora del diritto di crescere sano e in condizioni di sicurezza – spiega Giuseppe Scialla, Garante regionale –  di sfruttare il suo potenziale, di essere ascoltato e di essere preso sul serio. Il bisogno più profondo dei bambini, come di ogni persona, è sapere che qualcuno si preoccupa per loro e di sentirsi amati in maniera unica, personale, individuale e continua. Questo 30esimo anniversario vuole essere l’occasione di creare uno slancio per la comunità internazionale e per il nostro Paese Italia, per intensificare gli sforzi, per far prosperare i bambini, per rinnovare l’impegno a proteggerli e promuovere tutti i loro diritti umani».

L’iniziativa è stata organizzata con il patrocinio di UNICEF, Telefono Azzurro, Istituto degli Innocenti di Firenze, CSV Napoli e gli ordini degli assistenti sociali e degli psicologi della regione Campania.

Si comincia il 14 novembre alle 9 nella sala “Caduti di Nassirya” con l’apertura dei lavori da parte del Garante regionale Giuseppe Scialla. Venerdì 15, nell’aula consiliare “Giancarlo Siani” le conclusioni, previste per le 13,30, saranno affidate al presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]