Spider-Man No Way Home, un film per i fan dell’Uomo Ragno

Condividi
Gabriele Laurino
Gabriele Laurino

Il viaggio di Tom Holland nel Marvel Cinematic Universe giunge momentaneamente a conclusione con Spider-Man No Way Home. Il film diretto da Jon Watts, al cinema dallo scorso 15 dicembre, non sarà l’ultima avventura di questo Peter Parker al cinena, ma segna l’epilogo di una trilogia iniziata con Homecoming e proseguita con Far From Home.

Spider-Man No Way Home è un film speciale perché omaggia 20 anni di storia cinematografica dell’Uomo Ragno, utilizzando il concetto di “Multiverso” per portare nella stessa pellicola alcuni dei volti più iconici che hanno fatto parte dei film sull’eroe Marvel dal 2001 ad oggi.

Si tratta di un film non esente da difetti, soprattutto vittima di una sceneggiatura un po’ forzata in alcuni snodi chiave del racconto. Tuttavia, grazie all’efficacia dei suoi interpreti e alla gestione dei personaggi appartenenti ai precedenti film di Sony Pictures, No Way Home emoziona e diverte, riscrivendo il mito dell’Uomo Ragno e sancendo una nuova storia di origini per il personaggio interpretato da Tom Holland.

Un film da vedere, assolutamente, per chiunque abbia amato Spider-Man, che sia nei fumetti o sul grande schermo.

Foto fonte internet 

Gabriele Laurino

Mi chiamo Gabriele e sono da sempre appassionato di cultura pop. Cinema, televisione, fumetti e videogiochi sono il mio pane quotidiano, un amore che ho trasformato in un lavoro a tempo pieno. Mi occupo di critica cinematografica e videoludica, oltre che di informazione riguardante il mondo dello spettacolo, e sono sempre alla ricerca di nuovi stimoli per arricchire il mio bagaglio culturale.