Speculazione sul gas. L’UE ha sbagliato tutto dall’inizio del conflitto Russia – Ucraina

Condividi

 

anna tortora
Anna Tortora

Gas, la Russia chiude i rubinetti all’Italia: azzerati i flussi a Tarvisio.
“Ci siamo imbarcati in una guerra senza calcolare gli effetti e senza esigere che chi combatteva al nostro fianco non ci sparasse nella schiena. La sola soluzione: negoziare con gli «amici» per limitare i danni.”
Maurizio Belpietro, direttore de La Verità

È inaccettabile che per mera tifoseria si sottovaluti la pericolosità di un conflitto nucleare.
Essere occidentali ci ha permesso di insegnare la civiltà non di distruggerla.
“Nell’interesse stesso dell’unità atlantica, credo sarebbe il caso che la smettessero di far parlare per la NATO il Segretario Generale Stoltenberg.
Un politico norvegese che dice eroicamente anche ieri che, venendo a patti con la Russia, pagheremmo un prezzo ancora più salato del prezzo che stiamo pagando per il gas, mentre la “sua” Norvegia con questa guerra ha decuplicato i propri profitti sul gas e con generosità atlantica si oppone al price cap chiesto da numerosi altri Paesi NATO, è francamente qualcosa che non si riesce proprio ad ascoltare.”
Enrico Zanetti, economista e già parlamentare della Repubblica

“Cerchiamo di essere realisti, alleanza atlantica e appartenenza alla Ue non può significare suicidarsi. Gli Stati nazionali esistono ancora e il loro primo compito è fare l’interesse nazionale. Non si vede perché la Germania lo possa fare è noi no.”
Paolo Becchi, filosofo

“Ma vi è chiaro o no che al primo missile con testata nucleare che viene lanciato è finita per tutti? Che esistono da decenni strumenti, in possesso di tutte le superpotenze, in grado di rilevare il lancio mentre l’ogiva del vettore deve ancora uscire dal tubo di lancio? Che appena parte il primo missile o si levano in volo i primi bombardieri l’altra superpotenza fa scattare la sua reazione con il lancio a pioggia di testate nucleari per annientare il nemico, il quale, a sua volta, provvede a lanciare tutto il suo arsenale?
Vi è chiaro allora che, per la situazione attuale degli arsenali nucleari, non è nemmeno pensabile un conflitto nucleare di scenario o di teatro? Sarebbe distruzione totale. Punto. E vi è chiaro che, in una situazione simile, è completamente privo di senso concionare di un esercito russo che non reggerebbe un istante di fronte a quello della nato e bla bla vari?
E tutto questo per Zelensky e Biden? Io fui giocatore di poker ma un eventuale bluff di questo tipo non lo andrei mai a vedere. E, di fronte a un consimile, certo scenario, se ancora qualcuno mi viene a dire “si,però Zelensky è buono e ha ragione, è stato aggreditoh e Putin è tanto cattivo e bisogna difendere i buoni dai cattivih “, beh…questa è la volta che gli sputo!”
Luigi Bobbio, magistrato e già senatore della Repubblica

“Bollette non pagate, luce e gas staccati. Famiglie al buio e al freddo e aziende e negozi che chiudono.
Ecco perché il Nonno Migliore aveva tanta fretta di levare le tende…”
Alex Bazzaro, Lega

Ma quanto è responsabile l’UE di questo disastro?
“Ursula von der Leyen, una donna mediocre, una politica venuta dal nulla che ha la responsabilità, assieme a Michel e Borrel, di aver distrutto l’Europa.”
Raffaele Barberio, autore e consulente aziendale

Anna Tortora

Nata a Nola. Si è laureata alla Pontificia facoltà teologica dell'Italia meridionale. Le sue passioni sono la politica, la buona tavola, il mare e la moda. Ha militato per diversi anni in Azione Giovani e poi in Alleanza Nazionale. Accanita lettrice, fervente cattolica e tifosa del Milan.