Spazio Campania: presentata “Sannio Falanghina. Città Europea del Vino 2019”

Condividi

falanghinaPresentata questa mattina a Milano nella sede di “Spazio Campania”, “Sannio Falanghina. Città Europea del Vino 2019”, il prestigioso riconoscimento assegnato quest’anno da Recevin, la Rete comunitaria delle 800 Città del Vino ai cinque comuni del Sannio: Castelvenere, Guardia Sanframondi, Sant’Agata dei Goti, Solopaca e Torrecuso con il supporto della Regione Campania.

Erano presenti, tra gli altri alla conferenza stampa, l’assessore regionale alla Formazione Chiara Marciani, il consigliere delegato del Presidente all’Agricoltura Franco Alfieri e il consigliere regionale, nonché delegato del Presidente a Sannio Falanghina, Mino Mortaruolo.

Milano, è una vetrina molto importante per Sannio Falanghina. Il contesto economico e le opportunità offerte da questa realtà rappresentano un volano fondamentale per l’eccellenza vitivinicola sannita e campana, soprattutto a poche settimane dall’avvio del Vinitaly 2019, in programma a Verona dal 5 all’8 aprile.

Città Europea del Vino 2019Spazio Campania è stata l’occasione per presentare ufficialmente il manifesto realizzato dal Mimmo Paladino e il palinsesto dei 120 eventi che accompagneranno Sannio Falanghina.

L’assessore regionale ha detto nel corso della conferenza stampa che la Giunta Regionale sta per avviare l’iter di creazione di una Academy dedicata al vino con corsi per l’alta formazione per la creazione di figure professionali “che possano lavorare su quelle che sono le opportunità del territorio, a partire dal turismo. L’obiettivo è attivare percorsi formativi che vanno dal campo prettamente agricolo fino al settore della promozione del prodotto”, ha spiegato Marciani.

“Per la prima volta un territorio composto da tanti meravigliosi Comuni, facendo squadra, si presenta unito dimostrando di essere una realtà bella, forte e importante anche per l’imminente appuntamento con Vinitaly.
Vogliamo essere la Campania del wellness, del benessere, un territorio dove si vive bene e che investe sulle proprie eccellenze”, ha detto Mortaruolo nel suo intervento.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]