Sondaggio Termometro Politico: cala la fiducia nel presidente del Consiglio

Condividi

Il 55,7 per cento degli italiani nutre giudizi negativi su Premier Conte

 

NARDONE

Secondo quanto rilevato da Termometro Politico, la maggioranza degli italiani (55,7 per cento) afferma di non avere fiducia nel presidente del Consiglio. Solo il 43,7 per cento vanta giudizi positivi. Numeri che fanno capire quanto il governo, in questo momento di emergenza sanitaria, sia traballante. Agli intervistati è stata inoltre chiesta un’opinione sulla gestione della fase 2. Alla domanda se “rispetto a prima dell’emergenza coronavirus la sua opinione del capo del governo è migliorata o peggiorata”, solo il 32,1 per cento risponde “migliorata”, il 31,2 “peggiorata”, l’11,6 “è positiva come prima” e il 23,8 “è negativa come prima”.

Dopo l’ultima conferenza, Conte è stato travolto dalle critiche, giunte anche dagli alleati stessi. A Matteo Renzi, che con la sua Italia Viva è alleato a Leu, Pd e M5S in questo governo Conte bis, ha subito polemizzato sul limitato allentamento delle misure di contenimento e ha accusato il premier di forzare la costituzione. E anche agli italiani non sono piaciute le “misure” per la fase 2 che, di fatto, non si differenziano molto da quelle prese per il lockdown. Per il 33,8% degli intervistati si doveva differenziare per regione, mentre per il 32,1% le regole dovevano essere meno restrittive e si poteva aprire di più. Solo il 27,9% trova giuste ed equilibrate le nuove regole.

Per quanto riguarda le intenzioni di voto, il sondaggio registra un calo della Lega sotto il 30%, mentre Forza Italia appare in recupero (5,9%) con Fratelli d’Italia al 13,9%. Il centrodestra nel complesso arriva al 49,2%. Nella maggioranza invece il partito “preferito” è il Pd (21,6%), seguito dal Movimento 5 Stelle al 14,7%. Insieme a Italia Viva (3,2%) e agli altri partitini, gli alleati di governo si fermano al 42,9%, il 6,3% più indietro rispetto all’opposizione di centrodestra. Giuseppe Conte e il suo governo giallorosso non sembrano quindi navigare in buone acque. Anche all’interno del Movimento 5 Stelle ci sono diversi dissapori. Pubblicamente i pentastellati sostengono Conte, ma nella pancia dei 5S aumentano i dubbi soprattutto per lo scarso coinvolgimento della base da parte del premier.

loading...

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]