Somma Vesuviana – Regione e DEMA al lavoro salvare 24 operai dal licenziamento

Condividi

Somma Vesuviana – Una ‘nuova’ stretta di mano tra la Regione e i nuovi soci DEMA potrebbe salvare i 24 operai in ‘bilico’. Attesa per la fase risolutiva la riunione del prossimo 11 ottobre, dove potrebbe essere ‘cancellata’ la vertenza che vede 24 operai DEMA in pericolo di perdere il lavoro a termine del periodo di cassa integrazione. Qualche settimana fa alla loro ‘lotta’ si sono unite le amministrazioni locali di Somma, guidata dal sindaco Di Sarno, e quella Abete per Sant’Anastasia. Tra le speranze dei sindacati le cui sigle son quelle Fim-Cisl; Fiom-Cgil; Uilm-Uil, il ritiro dei licenziamenti. Intanto l’azienda sta eseguendo con proprie risorse il piano di riconversione professionale per il riassorbimento di ben 40 unità. Intanto considerato anche il parere favorevole dell’Inps, nei prossimi 30 giorni è atteso l’omologa da parte del Tribunale di Nola. L’azienda ha ribadito di aver attivato ulteriori iniziative per la ricollocazione dei lavoratori in esubero, offrendo tra l’altro, l’opportunità di accedere a percorsi personalizzati di ricollocamento nel mercato del lavoro (servizi professionali di out placement). Le organizzazioni sindacali hanno apprezzato l’opera dell’Assessore al Lavoro Sonia Palmeri e del Direttore metropolitano dell’Inps Roberto Bafundi, ma ribadiscono la loro opposizione a qualsiasi forma di licenziamento e chiedono un intervento da parte delle Istituzioni al fine di risolvere definita unitamente In vertenza che si protrae da alcuni anni. Interviene l’assessore al Lavoro, Sonia Palmeri, che riassume ai presenti tutto il percorso svolto anche presso il Mise che ha portato al grande risultato del salvataggio dell’azienda, e nel ribadire la disponibilità della Regione a continuare a seguire ogni problematica con spirito di costruttiva collaborazione, invita l’azienda a fare un ulteriore sforzo affinché siano salvaguardati nel complesso tutti i livelli occupazionali: nel merito aggiunge “che sono già allo studio delle misure dedicate al personale in servizio del comparto e che potranno essere certamente occasione importante e di respiro per l’azienda”. Dalla sua I ‘azienda prende atto della disponibilità della Regione e su tale scorta “si dichiara pronta a concedere una breve proroga dei termini della procedura in fase amministrativa, in attesa di un primo tavolo tecnico su tali temi in fase amministrativa”. l’Assessore dà la propria disponibilità a tale ricognizione, fissando un incontro che si terrà martedì 1 ottobre alle ore 9.30 presso gli uffici della Regione Campania. Mentre il sindacato, accoglie la disponibilità alla proroga dei termini della fase amministrativa, ai finì della ricerca della soluzione più idonea alla risoluzione della vertenza in atto con un secondo confronto atteso per il prossimo 16 ottobre alle 12. “È terminato l’esame congiunto di DEMA S.p.a., presso la sede regionale, in presenza dell’assessore al Lavoro, Sonia Palmeri, per la procedura dei 24 licenziamenti e siamo soddisfatti – dice il sindacalista Fim-Cis, Francesco Griffo – C’è la disponibilità istituzionale a verificare possibili percorsi a sostegno del comparto che potrebbero favorire la difesa dei livelli occupazionali. Apprezzamenti da parte di Fim Fiom e Uilm per la disponibilità dell’assessore Palmeri che si vedrà in un incontro tecnico con DEMA il prossimo 11 ottobre, mentre il 16 ottobre è stata fissata la data con le oo.Ss, per completare la fase procedurale dei licenziamenti, che tutti si auspicano vengano ritirati. Si chiuderebbe così una vertenza durata oltre due anni e che vedrà l’avvio della nuova fase dopo la firma dell’Inps che permetterà, dopo l’omologa del giudice, l’acquisizione della DEMA da parte dei nuovi soci”.

NARDONE

 

loading...

Maria Beneduce

Maria Beneduce

Maria Beneduce