Somma Vesuviana – Incendi nella periferia. L’appello del sindaco: “Usiamo senso di responsabilità”

Condividi

Somma Vesuviana, 5 luglio 2017 –  “Usiamo senso di responsabilità e allertiamo  i vigili se si scorge anche un piccolo focolaio.” Numerosi incendi sul territorio, ed ecco l’appello del neo sindaco, Salvatore Di Sarno, alla città. E’ da qualche settimana che i volontari della “Cobra2” Nucleo di Protezione civile della città, sono stati impegnati in diversi incendi, almeno sette. Si può dire quasi sempre si è riguardato di sparpaglia in fiamme dove a farne le spese spesso sono gli alberi da frutto, ma la scorsa settimana si è temuto anche per l’isola ecologica, attaccata solo sul perimetro adiacente. In tutti gli interventi si è mostrata essenziale la presenza dei volontari della “Cobra2”, al punto che anche il primo cittadino, benché appena insediato, informato sui fatti ha affermato: “il mio personalissimo plauso  a tutti gli uomini e le donne volontari impegnati in queste settimane per il nostro territorio, ma non solo. Ho saputo che il Nucleo locale viene spesso chiamato per emergenze in altri comuni, per i mezzi e la bravura di cui dispone”. Solo ieri ad essere attaccata dalle fiamme, la periferia cittadina. Su via Ammendola è scoppiato l’ennesimo incendio alla sterpaglia. Ad intervenire nuovamente immediatamente i volontari di protezione civile, allertati come di consueto dai vigili urbani del comando di Polizia Municipale di Somma Vesuviana. Qualche ora per provvedere allo spegnimento delle fiamme che hanno mangiato tanta sterpaglia, minando anche gli alberi da frutto poco distanti, salvi grazie all’intervento dei volontari. Un incendio molto vasto, per il quale è servito un notevole impegno da parte dei ragazzi della Protezione civile, che si sono prodigati per spegnere le fiamme e bonificare l’area, provvedendo ad assicurarsi che neppure il più piccolo tronchetto fumante potesse più produrre una fiammella mettendo a repentaglio tanti campi da frutta. Una nuova chiamata in Via Malatesta, e ancora in via Rosanea, dove per l’ennesima volta e stata le sterpaglia a prendere fuoco e dove per l’ennesima volta si è evitato il peggio grazie alla velocità d’intervento dei ragazzi della “Cobra2”, che con il loro Land Rover, dotato di un serbatoio di 600 litri d’acqua, hanno evitato che si creassero notevoli disagi sul territorio. Ora al vaglia dei tecnici i motivi di questi roghi per valutare se in qualche caso sia stata la mano ‘cattiva’ degli essere umani a danneggiare la natura, e su questa ipotesi immediato l’intervento del neo sindaco: “E’ brutto pensare che c’è tra i cittadini chi non ama Somma, chi la vuole danneggiare, si perché il fuoco danneggia non solo la nostra natura, il verde, ma anche la nostra aria. Fortunatamente in questi ultimi casi i danni sono stati di bassa entità, invito tutti ad usare sempre e di più il proprio senso civico e allertare immediatamente il comando dei vigili urbani in caso di avvistamento incendi”.

NARDONE
loading...

Maria Beneduce

Maria Beneduce