Somma Vesuviana: il 118 non risponde, muore donna 54enne

Condividi

Una donna di anni 54, è morta questo pomeriggio a Somma Vesuviana per un attacco cardiaco.  Forse poteva salvarsi, invano sono stati i tentativi  del compagno che più volte ha cercato di chiamare il 118, la Guardia Medica senza ricevere riposta, interpellato l’unico a rispondere è stato  il sindaco Di Sarno che si è precipitato con un medico, giunto sul posto  e dopo le prime verifiche il medico non ha potuto far altro che constatare la morte della donna per infarto – dicono i parenti.

Al dramma della morte si aggiunge la disperazione causata dall’impotenza di veder morire qualcuno a noi caro e non potergli prestare aiuto.

Inevitabilmente con l’emergenza Coronovirus in corso si è creata una vera e propria ondata di panico. Subissato di telefonate con allarmi non fondati “per mal di gola, laringiti e pochi decimi di febbre” il centralino del servizio 118  (quello della centrale operativa che poi smista le chiamate ai Saut). Una situazione di over stress che pone sotto tensione gli operatori e al tempo stesso crea difficoltà anche per individuare l’effettiva gravità dei casi che potrebbero potenzialmente essere oggetto di autentico pericolo dagli altri che invece palesemente non lo sono.

49212 Copia

Raffaele De Falco

Collaboratore freelance, convinto assertore del giornalismo moderno, fatto di social, notizie in tempo reale attraverso i più svariati mezzi di comunicazione attualmente in circolazione ed in continua evoluzione. Adoro il mare, amo viaggiare e scrivere: la cultura è la risposta alla vita quotidiana.