Somma Vesuviana, Ciro Sannino candidato sindaco per il Movimento Cinque Stelle

Condividi

Somma vesuviana, 14 aprile 2017 –  Ciro Sannino è il candidato sindaco per il Movimento 5 Stelle. Sarà presente anche in questa tornata elettorale il movimento che segue Beppe Grillo, che bissa con la candidatura dell’avvocato civilista Ciro Sannino, 35 anni, sommese doc e attivista del movimento da 4 anni, nel corso dei quali è stato impegnato come portavoce. Cosi solo ieri il gruppo locale ha ottenuto la certificazione dallo staff, e oggi la rivelazione sul nome del candidato sindaco alle prossime elezioni che si terranno l’11 giugno.  “Per cambiare Somma occorre un’amministrazione a 5 stelle!”. “Cambiamo Somma, è il motto  di Ciro Sannino. “Sarà per me un onore concorrere nuovamente per il Movimento 5 Stelle alla carica di Sindaco della mia città, la città che amo, Somma Vesuviana. A distanza di tre anni dalla prima candidatura e dopo aver fatto una seria e costante opposizione alla precedente amministrazione è giunto in momento di tornare in campo. Ringrazio il gruppo locale che mi ha scelto per questo bellissimo e arduo compito, cercherò di essere all’altezza delle loro aspettative. Ringrazio tutti coloro che in questi anni ci sono stati vicini e che hanno condiviso con noi tante battaglie. Infine un in bocca al lupo lo lancio ai miei avversari con la speranza che sia una campagna elettorale incentrata sui temi e sul merito dei tanti problemi che affliggono Somma Vesuviana. Statemi vicino”. Era il 2014 quando Sannino è stato candidato sindaco per la prima volta con il Movimento penta stellato, ed era il 25 maggio 2014 quando gli elettori sommesi stabilirono che il Movimento cinque Stelle si dovesse fermare al primo turno, senza aggiudicarsi una seduta in consiglio comunale, fatto che non ha impedito loro di fare una ferma opposizione all’amministrazione uscente, che vinse al ballottaggio, contro  Antonio Granato (Fi).  “La nostra città, occorre di tata attenzione – spiega Ciro Sannio –  manca quasi tutto, occorre ripartire dall’ordinario: manutenzione stradale, viabilità, completamento delle tante opere incompiute, con un attenzione particolare alle scuole. Altro punto essenziale è l’espletamento delle gare pubbliche che ad oggi sono in regione di proroga come quella dei servizi cimiteriali e rifiuti. Nell’arco dei 5 anni ci proponiamo – spiega il candidato alla fascia tricolore –  di remineralizzare il servizio tesoreria, e cambiare tutta la rete d’illuminazione pubblica a costo zero. Particolare attenzione per l’agricoltura, il turismo e l’enogastronomia, con un programma incentrato sullo sviluppo e la promozione dei prodotti tipici locali. Per le fasce deboli proporremo una maggiore assistenza ai disabili nonché maggiore sviluppo sul territorio, abbassando le imposte cercando di attirare imprese”. Una idea chiara di città, quella del candidato, e del resto degli attivisti. Il programma elettorale è pronto e sarà presentato  dopo le festività di Pasqua, e riguarderà cinque punti. 

NARDONE
loading...

Maria Beneduce

Maria Beneduce