SMS Engineering in Nomination ai DCS Awards 2021 col Progetto: Data Center for Industry 4.0

Condividi

Il progetto “Data Center for Industry 4.0” realizzato dalla SMS Engineering per un proprio cliente Multinazionale è in Nomination ai Data Center Solution Awards 2021 nella categoria Edge Computing Innovation of the Year. Dopo il successo ottenuto nel 2020 con il progetto di integrazione di Soluzioni Schneider Electric realizzato per il Data Center della IDIR SpA e dopo il successo ottenuto nel 2019 con il progetto Data Center realizzato per il Consiglio Regionale della Regione Puglia, entrambi premiati con due riconoscimenti di National Finalist a livello europeo anche nel 2021 la SMS Engineering è in Nomination con un Progetto Datacenter di Edge Computing per l’Industria 4.0. l’Edge è un micro data center altamente critico e resiliente, in grado di gestire dati real time provenienti dalla produzione per abilitare tutte le tecnologie dell’industria 4.0. I dati di fabbrica non si possono mettere in cloud a causa del lungo tempo di latenza non governabile in produzione ed ecco allora l’utilizzo dell’ edge di periferia. Questo data center ha una forte integrazione tra tutti i tutti i livelli della Pila OSI dal livello 1 al livello 7, una vera novità nel settore. È un progetto di altissimo valore tecnologico a supporto dei processi di una delle aziende di packaging più importanti a livello italiano e con diversi stabilimenti in Europa, USA e Asia. Lo stabilimento di produzione è dotato di oltre 400 differenti stampi con un sistema di confezionamento completamente automatizzato, grazie ad un progetto di digitalizzazione di Industria 4.0 dove il suo cuore pulsante è proprio il Datacenter. I nuovi trends tecnologici per l’Industria 4.0 richiedono un’infrastruttura di base che sia Resiliente, Disponibile, Scalabile, Efficiente e monitorata in assoluta sicurezza anche da remoto da qualsiasi dispositivo connesso ad Internet ed alla rete aziendale. Il grado di competitività delle imprese dipenderà anche dalla capacità di gestire servizi digitali dal Core all’Edge. Per ottenere questo risultato il requisito fondamentale è realizzare un’infrastruttura IT che sia resiliente, ad alta disponibilità, scalabile, connessa, integrata in un’architettura IBRIDA. Tutte le aziende dovranno sviluppare la capacità di distribuire rapidamente le risorse IT dove fisicamente vengono generati i dati. Questo per garantire la fruizione del dato vicino alla sorgente, ridurre il tempo di latenza, poter supportare applicazioni altamente critiche di tipo Real Time come lo smart manufacturing, realtà aumentata, pensiamo ad applicazioni altamente critiche come i veicoli autonomi o la chirurgia assistita, tutto questo aumenterà la necessità di realizzare siti EDGE più resilienti e sicuri. Il successo nell’era della trasformazione digitale richiede nuove riflessioni sul consumo di risorse IT in siti sempre più “intelligenti”. Prepararsi a gestire l’IT attraverso l’Edge sarà la chiave per aumentare la velocità aziendale, consentire un ridimensionamento dinamico del business e garantire una maggiore flessibilità operativa anche in situazioni di grave emergenza. In questo progetto abbiamo la piena convergenza tra l’IT e l’OT avendo reingegnerizzato tutta l’infrastruttura della fabbrica in logica IOT, monitorabile in locale e da remoto attraverso qualsiasi dispositivo mobile. Queste infrastrutture anche se di piccole dimensioni essendo altamente critiche prendono spunto da molte delle Best Practise dell’UPTIME INSTITUTE da cui sono realizzati i principali Datacenter del CLOUD di oggi.

NARDONE
loading...

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]