Siria, attacco armi chimiche: Putin, inaccettabile lanciare accuse infondate

Condividi

Roma, 6 apr. – Il presidente russo Vladimir Putin ha stigmatizzato le “accuse infondate” relative all’”incidente con armi chimiche” avvenuto martedì nel nordovest della Siria, durante una telefonata con il premier israeliano Benjamin Netanyahu. Lo ha reso noto il Cremlino. “Putin in particolare ha sottolineato il fatto che è inaccettabile lanciare accuse infondate contro chiunque prima di compiere un’inchiesta internazionale completa e imparziale” si legge in una nota della presidenza russa. Nell’attacco su Khan Sheikhun, cittadina in mano ai ribelli siriani della provincia di Idlib, sono morte 85 persone. Secondo le autopsie e gli esami svolti dalla Turchia sulle vittime è stato usato gas sarin.

NARDONE
loading...

Arturo Favella

Fotoreporter freelance. Professionista dello scatto, racconta in immagini spaccati ed emozioni del reale. Per lui la foto è "musa" dell'informazione