Sierra Leone, alluvioni e frane: oltre 320 morti

Condividi

Roma, 14 ago. – Sono oltre 320 le persone morte dopo la frana e gli smottamenti che questa mattina hanno colpito la periferia della capitale della Sierra Leone, Freetown. Lo rende noto la Croce rossa, secondo cui il bilancio è destinato a salire ulteriormente mentre continuano le operazioni di soccorso.

NARDONE

Gli smottamenti hanno colpito l’area di Regent, alle porte della capitale, dove intere abitazioni sono state sommerse e distrutte dalle inondazioni. Secondo le ultime stime sono almeno duemila gli sfollati. A franare sarebbe stata parte di una collina nel quartiere di Regent Hill. Freetown, città sovrappopolata con oltre 1,2 milioni di abitanti, è abitualmente teatro di alluvioni durante il periodo delle piogge; nel 2015 un’altra serie di inondazioni causò dieci vittime costrigendo migliaia di persone ad abbandonare le proprie abitazioni, distrutte o divenute inagibili.

loading...

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]