Sicurezza stradale: una giornata formativa a Salerno

Condividi

Organizzata dalla prefettura e dalla provincia, d’intesa con la regione Campania e il comune

Sebbene il numero degli incidenti stradali si sia ridotto a livello nazionale, i risultati sono ancora lontani dagli obiettivi previsti dal “Programma europeo sulla sicurezza stradale 2011-2020”. In Campania, in particolare, la diminuzione si attesta appena tra il 5% e il 15%.

Il tema della sicurezza stradale è stato affrontato, questa mattina presso il palazzo della provincia, nel corso di una giornata formativa organizzata dalla prefettura e dalla provincia di Salerno, d’intesa con la regione Campania e il comune di Salerno.

«Dopo un momento storico di decrescita dell’incidentalità stradale, – ha infatti osservato il prefetto di Salerno Francesco Russonel suo intervento – negli ultimi anni si è registrata invece un’inversione di tendenza, con un aumento considerevole del numero degli incidenti e delle vittime».

La giornata formativa, che ha riscosso grande consenso, è stata organizzata per fornire utili strumenti di analisi e di approfondimento, nell’ottica di un aggiornamento professionale integrato tra polizie locali e forze di polizia statali. Ha rappresentato un momento di confronto interistituzionale e l’occasione per riesaminare le problematiche da un’angolatura differente: non più quella del singolo ente con poche risorse a disposizione, ma quella più ampia che si fonda sulla collaborazione tra tutte le componenti del sistema sicurezza, sempre più integrato e partecipato.

Dopo l’intervento di apertura del prefetto e i saluti del presidente della provincia, del sindaco di Salerno e del direttore regionale della scuola di polizia locale, sono intervenuti i relatori. Il prefetto Roberto Sgalla, già direttore centrale della Polizia stradale e Giandomenico Protospataro, primo dirigente della Polizia di Stato, hanno illustrato gli strumenti operativi messi in campo per la prevenzione e il contrasto al fenomeno. I lavori si sono conclusi con l’intervento del presidente della regione Campania.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]