Sicurezza in mare, la Città Metropolitana consegna due gommoni all’Associazione “Sant’Erasmo” per operazioni di Protezione Civile

Condividi

Si tratta di due battelli di 8,5 e 7,5 metri di lunghezza, equipaggiati rispettivamente con due motori da 175 cv e con uno di 225 cv. I natanti e i motori necessitano di revisione. L’Associazione, che ha coadiuvato in passato la Polizia Metropolitana nell’operazione “Mare Sicuro”, è risultata aggiudicataria di una procedura ad evidenza pubblica che ha visto la partecipazione di diversi soggetti interessati. Tra gli obiettivi previsti, il pattugliamento delle coste del Golfo di Napoli e la messa a disposizione delle Capitanerie di Porto di Napoli e Torre del Greco, in sinergia con il servizio di 118 Campania.

La Città Metropolitana di Napoli ha consegnato due gommoni, non più funzionali ad esigenze di Polizia, all’Associazione Centro Subacqueo “Sant’Erasmo” di Corso San Giovanni a Teduccio a Napoli, che ha assunto il compito di ristrutturarli e di utilizzarli per operazioni di Protezione Civile e di pubblica utilità.

L’atto di cessione è stato firmato questa mattina, nella Sala “Paolo Borsellino” della sede di piazza Matteotti della Città Metropolitana, dal Comandante del Corpo di Polizia Metropolitana, Lucia Rea, e dal Presidente dell’Associazione, Pasquale Di Lorenzo, alla presenza di Davide Leonardi e Raimondo Miele, componenti dello staff del Sindaco Metropolitano.

Il primo gommone ha una lunghezza di 8,50 metri ed è equipaggiato con due motori da 175 cv, mentre il secondo è lungo 7 metri e mezzo ed è corredato da un motore da 225 cv. I natanti e i motori necessitano di profonda revisione.

L’Associazione “Sant’Erasmo” è risultata aggiudicataria di una procedura ad evidenza pubblica che ha visto la partecipazione di diversi soggetti interessati.

Come Associazione di Protezione Civile la “Sant’Erasmo” aveva già collaborato con la Polizia Metropolitana nell’operazione “Mare Sicuro”. Pertanto, tra le finalità che hanno condotto all’assegnazione dei natanti c’è anche la realizzazione di progetti analoghi con i comuni della Città

Metropolitana che abbiano un affaccio sul mare, oltre ovviamente alla messa a disposizione

delle attività del gruppo a favore delle Capitanerie di Porto di Napoli e Torre del Greco, con azioni di pubblica utilità.

Ulteriore obiettivo è l’implementazione di pattugliamenti della costa – in particolare nella stagione estiva e nei weekend – da definire con gli organi competenti, intensificandoli nei periodi di maggiore affluenza di bagnanti e naviganti, creando una sinergia con il servizio di 118 Campania – cosa già realizzata in passato – con l’impiego di personale di equipaggio abilitato al soccorso acquatico e condotta dei mezzi.

Nel periodo invernale un battello sarà sempre disponibile per eventuali emergenze.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]