Shoah, i documenti raccontano. Mostra a Benevento per il Giorno della Memoria

Condividi
Testimonianze e immagini per spiegare ai ragazzi l’Olocausto. A cura del Centro di documentazione ebraica contemporanea e della prefettura

giorno della memoria 2019 beneventoAppuntamento venerdì 25 gennaio alle ore 10.30 a Benevento, Museo del Sannio, per l’inaugurazione di “1938 – 1945 – la persecuzione degli Ebrei in Italia. Documenti per una storia“, la mostra curata dalla Fondazione Centro di documentazione ebraica contemporanea (Cdec) organizzata dal ministero dell’Interno – dipartimento per le Libertà civili e l’Immigrazione e prefettura di Benevento – sotto l’alto patrocinio della Presidenza del Consiglio dei ministri, Comitato di coordinamento per le celebrazioni in ricordo della Shoah (lo sterminio del popolo ebraico durante la Seconda Guerra mondiale).

La mostra, allestita con fondi del ministero dalla prefettura campana – l’anno scorso a organizzare fu quella di Napoli – vuole essere un contributo al racconto dei fatti storici per favorire e alimentare anno dopo anno, in occasione del Giorno della Memoria, una riflessione collettiva, perché attraverso narrazione e conoscenza, trasferita come un testimone ai giovani, quel passato non torni più.

I giovani sono soprattutto gli studenti, come quelli delle scuole superiori di Benevento invitati al convegno introduttivo della mostra, in programma subito dopo l’inaugurazione nell’auditorium San’Agostino con la “lectio magistralis” di Gadi Luzzatto Voghera, direttore del Cdec, in scaletta.

Soprattutto alle scuole si rivolge, del resto, il percorso espositivo, che rimarrà aperto al pubblico per 3 settimane: realizzato con un approccio scientifico e arricchito da un pannello dell’archivio di Stato di Benevento con documenti sui militari prigionieri di guerra deportati e sui confinati politici internati, si articola in 15 sezioni che vanno dalle premesse sul contesto – Ebrei nell’italia unita, Antisemitismo e razzismo, Ebrei e Italia fascista – alle leggi razziali, che privarono di molti diritti gli ebrei italiani, dll’inizio delle deportazioni fino alla resistenza e all’immediato dopo guerra, “Il ritorno alla vita”.

Incontri con gli studenti, seminari, altre mostre e iniziative per tenere vivo il ricordo di quello che è stata la Shoah sono organizzati in questo periodo su tutto il territorio nazionale dalle altre prefetture, consultabili on line sul portale delle prefetture (http://www.prefettura.it/portale/).

Sul sito web del governo il programma completo degli eventi patrocinati dalla presidenza del Consiglio dei ministri per il Giorno della Memoria 2019.

 

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]