Serata Viviani per la presentazione del catalogo Napoli in Scena anteprima del documentario Viva Viviani! Interverrà il regista Mario Martone

Condividi

NAPOLI IN  SCENA

Mostra: Documenti e immagini dalle raccolte teatrali della Biblioteca Nazionale di Napoli

PRESENTAZIONE DEL CATALOGO:  proiezione in anteprima del documentario Viva Viviani! Interverrà il regista Mario Martone

ULTIMI GIORNI PER VISITARE LA  MOSTRA  fino al 31 ottobre lunedì – giovedì ore 12  ed ore 16.30/ venerdì ore 12  ed ore 16,00

Dagli archetipi sei e settecenteschi, dalla prima iconografia di Pulcinella al mondo del palcoscenico dell’Ottocento e del Novecento: la mostra NAPOLI IN  SCENA , la storia  del teatro napoletano illustrata dalle  raccolte della Biblioteca Nazionale di Napoli,  trova una nuova narrazione nel catalogo edito recentemente dalla  artem che si arricchisce di testimonianze e contributi.

La presentazione  del catalogo  è  fissata per martedì 18 ottobre (dalle ore 15.30), alla Biblioteca nazionale di Napoli,  con gli interventi della Direttrice della Biblioteca Maria Iannotti  dei curatori Gennaro Alifuoco e Francesco Cotticelli e dei numerosi autori.  Porterà il suo saluto Rosanna Romano, Direttore Generale per le Politiche Culturali ed il Turismo della Regione Campania che ha cofinanziato con lo Stato Italiano  il progetto (POC Campania 2014-2020).

Nell’occasione si è voluto rendere omaggio ad un attore e drammaturgo centrale nella storia del teatro napoletano, Raffaele Viviani, a cui la mostra Napoli in scena e il catalogo dedicano ampio spazio . Preceduto da un breve recital di Lalla Esposito, accompagnata al pianoforte da Bruno Troisi, porterà la sua testimonianza Giuliano Longone Viviani, nipote di Raffaele, nonché donatore dell’ Archivio Viviani alla Biblioteca Nazionale di Napoli.

Seguirà la proiezione in anteprima del documentario “Viva Viviani!” , dei fratelli Mario e Stefano Martone, prodotto dalla Nephila film, che ricostruisce la figura umana ed artistica del poliedrico e originale commediografo. Interverrà il regista Mario Martone

 “Viva Viviani”è arricchito dai contributi preziosi degli archivi della Cineteca di Bologna, della Rai e dell’Eye Museum, e dalle testimonianze di importanti esponenti del mondo della cultura nazionale e internazionale legati all’opera di Viviani: Davide Iodice, Mimmo Borrelli, Toni Servillo, Maria Pia De Vito, Valentina Venturini, Nello Mascia, Giuliano Longone Viviani, Alfredo Arias.

La mostra “Napoli in scena-Documenti e immagini dalle raccolte teatrali della Biblioteca Nazionale di Napoli” per il successo di pubblico riscosso è stata prorogata al 31 ottobre 2022 ( visite ore 12 ed ore 16);  il catalogo grazie ai minuziosi ed accurati saggi e testimonianze  contenuti si offre  come occasione e strumento  di ulteriori sviluppi e approfondimenti. “Un percorso articolato tra copioni, bozzetti, scenografie, costumi e foto di scena di interpreti straordinari, nell’universo creativo che ha impresso tracce profonde nella ‘civiltà dello spettacolo’ italiana e europea“. Nella eterogeneità dei materiali documentari e iconografici e dalla fitta trama di opere, storie, personaggi ed eventi che si intersecano e che si rimandano vicenda, emerge un disegno unitario che auspichiamo possa contribuire a valorizzare e a non disperdere la memoria teatrale della nostra città.

.

Catalogo

Prologo Napoli in scena L’archivio Raffaele Viviani Testimonianze. Giuliano Longone Viviani   L’archivio Nino Taranto Testimonianze. Francesco De Blasio– Testimonianze. Lara Sansone –  L’archivio Giuseppe Patroni Griffi Testimonianze. Fausto Nicolini Testimonianze. Mariano Rigillo – La raccolta Lino Fiorito Testimonianze. Lino Fiorito– L’archivio Nemesiache Testimonianze. Silvana Campese Testimonianze. Isa Danieli –

  Il Varietà e le trasformazioni dell’arte scenica a Napoli. Dalla belle époque del café-chantant alla Rivista Paolo Sommaiolo  – La scena cinematografica: crocevia e rilanci dello spettacolo partenopeo Anna Masecchia  Le raccolte e gli archivi privati della Biblioteca Lucchesi Palli Cristina Del Fiacco I teatri napoletani (Ottocento e Novecento) a cura di Domenico Livigni

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]