Sequestri e denunce nella Terra dei fuochi, Action day contro gli illeciti nel settore dei rifiuti

Condividi

Proseguono le operazioni di controllo straordinario nei territori di Napoli e Caserta

Gestione e smaltimento illecito dei rifiuti oltre ad esercizio abusivo della professione. Sono alcuni dei reati contestati dalla forze dell’ordine a seguito dell’operazioni di controllo straordinario del territorio, nelle province di Napoli e Caserta, i cosiddetti Action day.

La pianificazione degli interventi è coordinata dalla prefettura di Napoli, con la prefettura di Caserta e con le questure e le forze di polizia di entrambe le province, su programmazione dell’Incaricato per il contrasto del fenomeno dei roghi nella regione Campania, Filippo Romano.

Nel complesso, sono controllate 11 attività imprenditoriali e commerciali, di cui 4 sanzionate, 40 persone identificate, di cui 11 denunciati tra lavoratori irregolari e ritenuti responsabili di illeciti ambientali; 5 autocarri controllati. Sanzioni comminate per oltre 16.800 euro  e circa 2300 mq di aree sequestrate.

In particolare, a San Cipriano d’Aversa (Caserta) è stata sequetrata un’area di 1000 metri quadri, in cui sono stati sversati oltre 1000 metri cubi di rifiuti edili. Il titolare e altre due persone sono state denunciate per stoccaggio non autorizzato e smaltimento illecito di rifiuti non speciali e deposito di rifiuti oltre i limiti temporali consentiti.

Alle operazioni hanno preso parte 23 equipaggi, per un totale di 65 unità appartenenti al Raggruppamento Campania, al Comando 21esimo Reggimento genio ‘guastatori’ dell’Esercito, al commissariato di Casapesenna e Afragola, ai Carabinieri di Casal di Principe e Afragola, alla Guardia di finanza di Aversa e Frattamaggiore, al Roan GdF di Napoli, alla polizia metropolitana di Napoli, alla polizia provinciale di Caserta, ai Carabinieri Forestale di Pietramelara e Napoli nonché alle polizie Municipali dei Comuni di Afragola, Casapesenna e San Cipriano d’Aversa, personale dell’Asl di Caserta e l’Arpac di Caserta.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]