Scuola, Nappi (Lega) “Un anno perduto, ora misure concrete”

Condividi

“Sarebbe bastato il buon senso e invece c’è voluto il Tar della Campania per far tornare in classe per medie e superiori. Dopo quasi un anno di dad, di promesse mancate in campagna elettorale su termoscanner, screening, mascherine, finalmente i nostri figli possono ritornare a scuola, un bene essenziale,  che non può essere ostaggio di contrasti politici o smanie di protagonismo. Chiediamo piuttosto alla giunta una ricognizione immediata dei fabbisogni delle scuole per ripartire dal ‘1 febbraio in sicurezza, e soprattutto misure concrete: si organizzi il trasporto pubblico in maniera adeguata accompagnandolo con forme di scaglionamento negli orari, coinvolgendo se serve le aziende private di trasporto turistico che sono ferme da mesi ormai. Si forniscano subito le scuole di attrezzature e di sistemi di protezione individuali. Noi vigileremo e chiederemo conto di quello che si fa ma il dovere di chi governa è recuperare tutto il tempo perduto senza lasciare più spazio ad  altre chiacchiere”. Lo scrive in una nota Severino Nappi, consigliere regionale della Lega in Campania

NARDONE
loading...

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]