Scomparso Luca Assante, ancora nessuna notizia del giovane bipolare che necessita di cure urgenti

Condividi

Napoli, 30 dic. – Continuano le ricerche di Luca Assante, il giovane napoletano scomparso la notte del 25 dicembre, mentre era ricoverato senza accertamento di procedura Tso, presso l’ospedale San Giovanni Addolorata, come dichiarato con regolare denuncia alle autorità competenti.

Luca, 30 anni, occhi scuri, corporatura robusta, è affetto da bipolarismo da circa 5 anni – come rende noto la famiglia – e necessita entro il 3 gennaio 2020 di cure mediche che ne assestino la stabilità emotiva. In questa data il giovane scomparso dovrebbe ripetere il richiamo di una iniezione necessaria alla terapia cui è sottoposto. Ne consegue disturbo comportamentale ed irrequietezza. Non prende farmaci necessari al suo stato di salute psico-fisico, dal 24 dicembre.

Allertati già i vari strumenti media, compreso il programma tv ‘Chi l’ha visto’, per agevolarne il ritrovamento.

Luca in passato gestiva un’attività di ristorazione; amava cucinare, lavorava da chef con gioia e collaborazione familiare, fino alla degenerazione emotiva che oggi lo vede vagare tra Napoli e Roma, stando agli ultimi avvistamenti familiari.

L’aggravante del suo stato, come confermano i parenti, è il desiderio di non essere rintracciato. Ha prelevato dal suo conto i pochi risparmi che aveva e si è diretto verso Roma.

L’ultima segnalazione effettiva e veritiera  è arrivata da un albergatore napoletano presso il cui hotel in via Novara a Napoli, Luca ha soggiornato dalle ore 23.00 alle 01.30 della notte tra il 26 e 27 dicembre.

A quest’ultima è seguita ulteriore segnalazione di avvistamento in Vesuviana, che peró non ha prodotto alcun risultato nelle ricerche seguite.

Una guardia giurata ha individuato il giovane nel momento in cui prenotava un biglietto di sola andata per la stazione di Roma. Il cellulare del ragazzo risulta sempre spento.

L’ipotesi familiare è che Luca Assante stia facendo spola tra Napoli-Roma, proprio per l’irrequietezza che lo caratterizza.

Segni particolari: un incisivo scheggiato. Chiunque riesca ad avvistarlo, contatti immediatamente il numero 348988985865.

 

 

 

Caro lettore, ilmonito.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

ILMONITO crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] - Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

Pina Stendardo

Pina Stendardo

Giornalista freelance presso diverse testate, insegue la cultura come meta a cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.