Santa Maria del Pozzo, secondo ciclo di tamponi: negativi tutti i pazienti e il personale

Condividi

La direzione della Casa di Cura Santa Maria del Pozzo di Somma Vesuviana (ASL Napoli 3 Sud), rende noto che il secondo ciclo di tamponi oro/faringei effettuati all’intero personale ed a tutti i pazienti degenti presso la struttura ha dato esito negativo.

NARDONE

Tutti i locali della struttura sono stati sanificati secondo le normative vigenti.

“Ringraziamo vivamente l’Asl Napoli 3 Sud, in particolare il Direttore Generale l’Ing. Gennaro Sosto, il Direttore Sanitario il Dott. Gaetano D’Onofrio, il Direttore Amministrativo il Dott. Giuseppe Esposito, il Referente del Dipartimento di Prevenzione Dott. Antonio Coppola, il Responsabile UOPC Distretto 48 Dott. Vincenzo Parrella ed infine il Responsabile della Protezione Civile Regione Campania Dott. Bruno Cesario, per l’alta professionalità il grande impegno profuso e l’impeccabile senso del dovere che hanno dimostrato all’intera comunità territoriale. C’è stata una efficiente sinergia tra il servizio sanitario pubblico ed il servizio sanitario privato. Un particolare ringraziamento va al Sindaco di Somma Vesuviana Dott. Salvatore Di Sarno sempre presente con competenza professionalità e dedizione alla sua importante missione”, è la dichiarazione dell’Ad della casa di cura, avvocato Sergio Terracciano.

Caro lettore, ilmonito.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

ILMONITO crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] - Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]