Santa Maria Capua Vetere. Elezioni per il rinnovo dei delegati alla Cassa Forense 2023/2026

Condividi

Come è noto nell’ultima settimana si sono tenute le elezioni per il rinnovo dei delegati alla Cassa Forense 2023/2026, ove ho avuto il privilegio di essere candidata per il gruppo “Dignità Forense per l’Unità”, e poi eletta come Delegato alla Cassa Nazionale Forense, dopo 14 anni di assenza del Foro di Santa Maria Capua Vetere.  
Nell’occasione delle elezioni si è registrata una grande partecipazione ed affluenza alle urne, nonostante le concomitanti elezioni politiche nazionali e le condizioni metereologiche che, in alcuni momenti rendevano gli spostamenti proibitivi.
Tale partecipazione è indice della grande attenzione che circonda la “Classe Forense” rispetto alle scelte che incidono fortemente sulla sua attività, e sul suo futuro.
Per questo ringrazio tutti gli elettori del nostro Foro e del nostro distretto che si sono recati alle urne.      
Ancora sento il dovere di ringraziare tutte le componenti politico forensi distrettuali e tutti i candidati che con spirito di colleganza hanno affrontato le elezioni.
Il mio più sentito ringraziamento va al gruppo “Dignità Forense con Angela Del Vecchio Presidente” che ha sostenuto la mia candidatura dall’inizio.
Invero tale gruppo, che appartiene alla mia storia politico forense, è negli ultimi anni cresciuto sempre più, con altre componenti che pur provenendo da altri percorsi, hanno inteso abbracciare l’obiettivo dell’“Unione di Forze” per una sana governabilità.
A tutti costoro, il mio grazie di cuore.
Comincia ora un nuovo percorso, una nuova sfida, un nuovo cambiamento.
Con lo stesso stile, la stessa disponibilità e lo stesso “cuore” che da sempre ho avuto per le esigenze della classe.    
Sarò lieta di accogliere le sollecitazioni di tutti i colleghi del Foro, per qualsivoglia necessità.
Cassa Forense deve necessariamente essere avvertita e percepita non solo come un ente impositore.
E’, e sarà vicina agli iscritti, come non mai, per cogliere tutte le opportunità in termini di assistenza e previdenza.
Dopo anni di assenza dalla scena nazionale della previdenza ed assistenza, sarò baluardo delle istanze dei colleghi senza sottrarmi mai alle mie responsabilità e doveri, come ho sempre fatto, prima come Consigliere dell’Ordine e poi come Presidente della Fondazione Fest.
A tal proposito, significo che dopo la proclamazione, avvierò un tavolo di concertazione con il Presidente del Consiglio dell’Ordine al fine di predisporre uno sportello presso gli uffici del Consiglio, ove personalmente raccoglierò le istanze degli iscritti, per guidarli verso la soluzione ottimale delle loro esigenze.

Cordialmente
Avv. Patrizia Manna

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]