Sant’Anastasia, ambiente: difficoltà nel respirare per inquinamento dell’aria

Condividi

Sant’Anastasia, 19 giugno 2017- Miasmi di incerta provenienza impregnano mefiticamente l’aria della periferia, zona Marciano. Un esposto dei residenti firmato in calce è stato protocollato e presentato al comune all’attenzione del sindaco, del comandante polizia municipale, alla compagnia dei carabinieri di Castello di Cisterna, e alla dirigente dell’ufficio provinciale delle guardie ambientali, chiedendo  interventi mirati al fine di capire  la provenienza dell’odore acre e pungente che toglie il respiro dalle 21  in poi ogni sera. Sono numerose le testimonianze dei residenti che raccontano quello che ormai è un disagio fisso, ma ancor di più una costante ‘paura’, soprattutto per quello che si nasconde dietro  le nauseabonde esalazioni: “Sono acri e dense, tagliano la gola. Le senti quando le mandi giù. Siamo costretti anche in queste serate calde a restare già dalle 21 serrati nelle nostre case”.  Una segnalazione chiara e trasparente, che racconta che in via Marciano, e via San Martino “c’è la difficoltà nel  respirare per inquinamento dell’aria. Odore acre tutte le sere dalle 21, a notte fonda. Si richiede un intervento celere da parte delle autorità competenti per arginare questo problema pericoloso e dannoso per la nostra salute. Certi di un vostro interessamento la nostra disponibilità ad un incontro per risolvere il problema”. La data del protocollo risale allo scorso 6 giugno, circa 11 giorni fa. Nel frattempo, gli olezzi fetidi non si sono arrestati, e non si sa se ufficialmente dal comune di Sant’Anastasia,  o dai vertici delle guardie ambientali, già si stia muovendo qualcosa. “Tra di noi la tensione sale. Abbiamo paura per i nostri figli, non ho timore nel dire che in certi orari usciamo di casa, se costretti, e con delle fasce davanti a bocca e naso – spiega un residente – Come dicevo l’odore è acre, si sente l’odore bruciato nell’aria, ma talvolta è più somigliante alla plastica bruciata, in altre a qualche sostanza chimica liberata nell’aria che respiriamo”.  Il prossimo 21 giugno alle 19, in via masseria Marciano, si terrà un incontro dove si parlerà delle periferia, e quindi della masseria Marciano, via san Martino, Coscialonga, Ponte di ferro e Starza. A volerla  l’ex sindaco Carmine Esposito.

NARDONE
loading...

Maria Beneduce

Maria Beneduce