Sant’Anastasia – Ad una settimana dalla rapina,ancora chiuso l’ufficio postale di Madonna dell’Arco

Condividi

Sant’Anastasia, 6 luglio 2017 – Ancora chiuso l’ufficio postale di Madonna dell’Arco, ripulito lo scorso fine settimana. Indagini ancora in corso, mentre per l’apertura sembra essere atteso il cambio della porta sfondata dell’auto ‘ariete’, al momento coperta da una lamina d’acciaio. Lo scorso sabato tra le 8 e 30 e le 9 dl mattina, un vero e proprio commando ha attaccato l’ufficio postale, alleggerendolo di circa 150 mila euro. Il malloppo era stato depositato da poco dal portavalori, che aveva lasciato il posto poco prima che la rapina fosse realizzata. All’interno della filiale, in fila tante persone, tra cui anche anziani, che dalle sette del mattino si erano messi in fila sicuri di ricevere la pensione. Solo tre persone al saldo, dopodiché un boato ha interrotto quello che sembrava un sabato mattina come altri, scatenando il panico tra tutti i presenti. Chiaro il rapinatore, che con arma in pugno ha affermato che non voleva fare del male a nessuno, ma dovevano stare buoni e zitti. Questo hanno raccontato i malcapitati che si sono trovati nella struttura al momento di quello che si è mostrato un vero e proprio attacco. Per mettere  a segno il ‘colpo’, i malviventi hanno studiato tutto nei dettagli mostrando al momento dell’assalto, idee chiare, nessun tentennamento e nessuna improvvisazione, e coperti da casco integrale hanno messo sotto scacco un ufficio che sembrava ‘blindato’. Con un’auto Punto grigio scura, hanno sfondato una delle tre porte della filiale delle Poste, si sono introdotti nell’agenzia e in pochi secondi hanno ‘liberato’ il posto dalla loro presenza allontanandosi a bordo di uno scooter e abbandonando la vettura usata come testa d’ariete  e fin troppo preparata ad affrontare l’assalto. Le indagini sono ancora in corso, in attesa di visualizzare le registrazioni della sorveglianza interna, forse usufruendo della visione di quelle della vicinissima Banca della Campania. Non potranno essere prese in visione le telecamere della video sorveglianza messe dall’Ente comunale sulla piazza, essendo stato prelevato già da tempo dall’interno del rack il server che rendeva funzionante il sistema.  L’ufficio postale di Madonna dell’Arco, ieri ( giovedì 6 luglio) ancora non aveva aperto i battenti al pubblico, e tutti auspicano una veloce riapertura della struttura, ma pare che a rallentare i tempi è l’attesa della delibera interna che autorizzi i lavori per dotare la filiale di nuove serrature e sistema di sicurezza, oltre che di una nuova blindatura per la porta sfondata, temporaneamente coperta da una lamina d’ acciaio.

NARDONE
loading...

Maria Beneduce

Maria Beneduce