Sanità, Beneduce-Russo: “Con stop primo soccorso cliniche private sarà caos”

Condividi

“L’interruzione dal primo gennaio 2020 del servizio di prima assistenza nelle cliniche private accreditate del Vesuviano, in particolare presso la Trusso di Ottaviano e la Santa Lucia di San Giuseppe Vesuviano, manderà in tilt l’intera rete dell’assistenza sanitaria in quell’area, dove già è stato chiuso un anno fa il Psaut di Pollena Trocchia”. Lo dichiarano i consiglieri regionale di Forza Italia Flora Beneduce ed Ermanno Russo, che annunciano quali componenti della Commissione Sanità della Campania la richiesta di un’audizione urgente in Consiglio regionale.

“La Commissione Sanità ascolti i sindaci di quei comuni e faccia riflettere l’attuale governance regionale sulle ricadute disastrose che un provvedimento di questo tipo rappresenterebbe per oltre centomila abitanti”, rincarano.

“Le scene dei pazienti soccorsi a terra all’Ospedale di Nola del gennaio del 2017 gridano ancora vendetta. Sguarnire la vasta area del Nolano e del Vesuviano di presidi di primo soccorso finirà per congestionare ulteriormente i nosocomi di Nola e Boscoreale, già presi di mira dai cittadini per l’assenza di un servizio che faccia da filtro sul territorio. Il governatore De Luca riveda questa scelta e dia il giusto peso alle istanze degli abitanti di quel comprensorio”, concludono gli esponenti azzurri.

Caro lettore, ilmonito.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

ILMONITO crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] - Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]