San Giorgio a Cremano. Giorno del Gioco: il disegno scelto come logo della campagna di comunicazione della XVII edizione. E’ un’opera collettiva realizzata dall’infanzia dell’I.C. Stanziale

Condividi

Terminata la votazione dei disegni presentati di bambini, scelto il logo della Giornata del Gioco che si svolgerà l’11 maggio 2022. A vincere è stata un’opera collettiva realizzata dai bambini della sezione C del plesso Marconi della scuola dell’INFANZIA dell’I. C. 4° Stanziale, che hanno sviluppato il tema della XVII Edizione: LentaMente giocando.

Il disegno rappresenta infatti un orologio circondato dalla scritta: “Quanta fretta ma dove corri”, riprendendo il verso di una canzone di Edoardo Bennato. L’immagine, i dettagli e la frase hanno incarnato il fil rouge dell’evento e di tutte le attività collaterali.

Anche quest’anno quindi, i bambini sono stati i protagonisti assoluti. A loro, come ormai facciamo da diversi anni, è stato chiesto di ideare e realizzare la campagna di comunicazione dell’evento, attraverso un concorso di idee e per questa edizione sono state quasi duemila le immagini digitali provenienti da bambini delle scuole cittadine e da altre scuole fuori territorio e pubblicate sul sito: www.giornodelgioco.cittabambini.it.

Qui, tutti i progetti creativi sono stati esposti in una galleria fotografica virtuale, composta da 10 album. La vittoria è stata assegnata attraverso i voti della giuria popolare e del coordinamento educativo.

Tutti gli elaborati meritano comunque particolare attenzione, dal momento che tutti hanno interpretato il tema e contribuiscono a favorire una diffusa sensibilità verso il diritto al gioco, sancito dall’art. 31 della Convenzione Internazionale sui diritti dell’infanzia. Anche per questo motivo, i disegni resteranno on line sul sito in una sorta di museo virtuale, consultabile in ogni momento.

“Attraverso la creatività dei nostri bambini, anche noi adulti possiamo riflettere sul tempo e soprattutto sulla qualità del tempo – ha detto il Sindaco Giorgio Zinno  Possiamo imparare a trovare il giusto compromesso tra l’ ozio creativo e il logorio del dinamismo della vita moderna. Anche giocare un pò in più con i nostri figli, nipoti o alunni, ad esempio, o fare una passeggiata con una persona cara, porta benefici alla nostra vita e alla qualità delle nostre relazioni.”

 

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]